Amazon, Alexa pensa anche alle coppie gay

di

E non solo: le potrai anche fare domande relative al mondo LGBT!

amazon
CONDIVIDI
135 Condivisioni Facebook 135 Twitter Google WhatsApp
1801 0

Tutti conosciamo Alexa, l’assistente vocale proposto da Amazon.

Nella pubblicità realizzata in occasione del Black Friday non hanno perso occasione per lanciare un messaggio di inclusione, indipendentemente dal colore della pelle, dall’origine, dalla religione e dall’orientamento sessuale. E’ per questo motivo che nel sito, tra le varie foto dei dispositivi disponibili, c’è anche quella di due uomini. Una coppia gay

Amazon si è sempre dimostrata molto aperta nei confronti della comunità LGBT+. In Amazon Prime, ad esempio, sono presenti una lista incredibile di film a tematica gay, oltre a proporre agli appassionati libri e accessori (dai gioielli ai sex toys), oltre a una grande selezione di articoli. 

Alexa sarà preparata a rispondere alle “domande LGBT”

Volete conoscere la storia LGBT o rinfrescarvi la memoria su alcuni passi fondamentali della comunità? Basta chiedere. A chi? Ad Alexa! Una collaborazione tra l’associazione Stonewall e Amazon ha contribuito a rendere Alexa gay-friendly, fornendo al supporto tutte le informazioni utili. Se quindi un ragazzo può chiedere ad Alexa se è gay, e lei fornirà i dati per contattare un centro per aiutarlo a capirlo. Se invece vorrà conoscere tutto sui moti di Stonewall, fornirà i passaggi che hanno portato a ricordare questo evento.

Questo servizio è disponibile già da giugno di quest’anno, ufficializzato proprio nel mese dei Gay Pride più importanti.

Le pubblicità gay-friendly nel corso degli anni

Pubblicità gay-friendly se ne vedono sempre di più. E’ famosa ad esempio quella firmata McDonald’s nel 2010. La catena dei fast food voleva far sapere che tutti sono i benvenuti, senza distinzioni di nessun genere. Senza parlare dei maggiori brand di moda, da Ra-Re a Banana Republic e Gap: tutti si sono esposti con le gigantografie di una coppia gay che si scambiavano una carezza o un abbraccio. 

E’ stata la volta poi della Lavazza, della Findus e della Vodafone, con pubblicità comparse nelle televisioni di tutta Italia. Da non dimenticare, naturalmente, l’IKEA, sempre disponibile a trovare la stanza perfetta per chiunque. 

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...