Astinenza sessuale come ‘cura’ per guarire dall’omosessualità: la folle e pericolosa pratica

L’astinenza dal sesso è una delle pratiche più rischiose perché causa problemi psico-fisici. Ma alcuni “corsi” la spacciano come uno dei passi da compiere per diventare etero.

Secondo siti che sostengono le terapie riparative per far diventare etero le persone omosessuali, l’astinenza sessuale sarebbe un possibile aiuto. Lo sostiene, in Italia, anche Courage. Questo è un apostolato della Chiesa cattolica, che però tratta il tema con un approccio diverso. Difatti, “terapie riparative” è sostituito con accompagnamento spirituale alle persone con attrazione per lo stesso sesso“. Abbiamo già parlato degli incontri che organizzano, e avevamo spiegato non c’è un vero aiuto da parte degli organizzatori. Difatti, l’intento è quello di convincere le persone LGBT+ a condurre una vita casta. 

E non c’è cosa peggiore. Astenersi dal sesso è una pratica difficile da portare avanti, ma l’orientamento sessuale non c’entra assolutamente nulla. Astenersi volontariamente può essere una scelta personale. Quando si è in un qualche modo costretti come passo da fare in assurde terapie proposte da ciarlatani omofobi, non è per niente salutare. Anzi, può portare danni psico-fisici anche seri.

Astinenza dal sesso: uno dei (insensati) 12 passi da compiere

Courage “ruba” i 12 passi che devono compiere gli alcolisti anonimi per uscire dalla dipendenza dall’alcol, traslandoli in altrettanti per “guarire” dall’omosessualità. Secondo le testimonianze presenti nel loro sito, i malcapitati venivano convinti che il sesso omosessuale era orribile, sporco e peccato. Con questa linea, erano portati a una vita casta e pura. In poche parole: astenersi dal sesso.

Ti suggeriamo anche  Essere gay in Corea del Nord, dove l'omosessualità non esiste

Come se rinnegare il proprio orientamento sessuale fosse salutare, il percorso porta a odiarsi e non accettarsi per quello che si è. Sono noti dei casi in cui le terapie riparative hanno anche portato alla depressione e al suicidio.

I problemi psico-fisici dell’astinenza sessuale

Non avere rapporti sessuali influisce su tutto l’organismo, in modi diversi.

Ansia: il sesso è una valvola di sfogo. Che sia un rapporto anonimo o d’amore, il corpo rilascia ossitocina e endorfina, dando una sensazione di benessere. Un corpo che pratica sesso regolarmente si sentirà meglio anche in situazioni più complesse e stressanti.

Peggioramento del sistema immunitario: passando ai danni “fisici”, alcuni studi hanno rilevato che il sesso porta un miglioramento del sistema immunitario. In particolare, l’aumento dell’anticorpo contro i virus (IgA). Non avere rapporti può causare un calo del 30%, dimostrandosi così più esposti ai virus stagionali. 

Negli uomini, eiaculare fa più bene di quanto si possa immaginare. Infatti, le eiaculazioni frequenti rimuovono le sostanze potenzialmente dannose dalla prostata, facendo diminuire drasticamente anche la possibilità di contrarre un tumore.

Disfunzione erettile: fare sesso periodicamente diminuisce il rischio di disfunzione erettile. Questo succede perché il pene è un muscolo, e utilizzarlo in modo regolato lo mantiene “allenato”, proprio come tutti i muscoli di un corpo.