Sfida mondiale fra bodybuilders transgender: ecco il video

Al concorso hanno partecipato anche transgender ancora in transizione. Guardate un po’ il video!

Alcuni bodybuilders transgender FtoM si sfidano a colpi di muscoli nella prima “sfida mondiale fra bodybuilders transgender “.

Il concorso è stato vinto dal campione Shaun Stinson che, per l’occasione della sfida mondiale fra bodybuilders transgender , ha detto alla CNN che non cambierebbe nulla del suo percorso di transizione, che è fiero di essere riuscito a diventare l’uomo che ha sempre desiderato essere.

Shaun Stinson, nato come bambina ma mai felice, ha poi fatto il militare (da donna) ed è li, in Iraq, che ha sognato sempre più un altro corpo, da uomo, che potesse davvero descrivere sè stesso, che potesse permettergli di vivere davvero.

Ed è cosi che nel 2007 Shaun Stinson ha subito la doppia mastectomia, per eliminare i seni, e nel 2011 ha cominciato con gli ormoni, e adesso è un uomo. O meglio, un uomo bodybuilder!

Al concorso hanno partecipato anche transgender ancora in transizione (ovvero, ancora col seno) in attesa di mastectomia.

Il video ha avuto un gran numero di critiche, soprattutto su Youtube, in cui si sottolinea che tutta questa confusione di generi, ormoni, e situazioni è tutt’altro che educativa e altri lo descrivono specialmente come “uno spettacolo degli orrori”. Guardate qui i commenti al video.

Voi che ne pensate di questa sfida mondiale tra transgender bodybuilders? Parliamone.

Ti suggeriamo anche  Eduardo è il primo bambino transgender a ottenere il nome che preferisce sui documenti ufficiali

 

 

Storie

“Dietro le sardine la lobby gay”, l’attacco di Don Alfredo Maria Morselli

"Lobby gay e movimenti giovanili più o meno ecologisti, manovrati dai poteri forti". L'attacco di un parroco di Bologna alle sardine.

di Federico Boni