Angela Bowen, è morta l’icona queer nata ballerina e diventata attivista femminista lesbica

di

Ballerina, leggendaria insegnante di danza, attivista femminista lesbica nera, scrittrice e studiosa. Addio ad Angela Bowen.

CONDIVIDI
61 Condivisioni Facebook 61 Twitter Google WhatsApp
1088 0

Si è spenta all’età di 82 anni Angela Bowen, icona queer, attivista e istruttrice di danza deceduta a Long Beach il 12 luglio scorso, come riportato ora dal New York Times. Aveva 82 anni e a lungo ha combattuto contro l’Alzheimer.

Angela nacque a Boston. Perso il padre all’età di due anni, sposò successivamente un uomo, Ken Peters, nei primi anni ’60. Diedero alla vita tre figli e aprirono una scuola di danza per giovani svantaggiati. La scuola di danza Bowen / Peters è rimasta aperta fino al 1982 a New Haven, nel Connecticut.

Dopo aver divorziato da Peters, Bowen ha abbracciato la propria omosessualità negli anni ’80. È diventata un’attivista e ha fatto parte del consiglio della National Coalition of Black Lesbians and Gays. Ha sposato Jennifer Lynn Abod nel 2013, dopo aver conseguito un master e un dottorato presso la Clark University. Negli ultimi anni di vita, la Bowen è stato professoressa alla California State University, a Long Beach. Nel 2016, presentato anche al Festival Mix, è stato realizzato un documentario sulla sua straordinaria vita: The Passionate Pursuits di Angela Bowen.

Ballerina, leggendaria insegnante di danza, attivista femminista lesbica nera, scrittrice e studiosa. Per sei decadi Angela ha influenzato e ispirato un numero incredibile di persone, parlato e combattuto apertamente per le arti, per i diritti delle donne e dei neri e per i dirittti lgbt. La storia di Angela Bowen mostra il ruolo giocato dalle sfide della razza, della classe, del genere, dell’età e della sessualità nelle sue decisioni e nelle sue strategie di sopravvivenza, e mostra le origini del Black Feminism negli Anni ’60.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...