Madonna sul Met Gala 2016: “I diritti delle donne sono ancora in tempi bui”

“Il mio vestito al Met Gala 2016 era una dichiarazione politica e di moda. Se hai un problema è semplicemente un riflesso dei tuoi pregiudizi”

Madonna è stata sicuramente la star più commentata del Met Gala 2016, con la sua mise tutta pizzi – borchie – merletti e “sedere di fuori”, ma non di certo positivamente! Madonna, stufa di queste critiche che si protraggono ormai da anni sulle sue provocazioni in quanto donna e artista, lancia un messaggio accorato sui suoi social e si appella ai diritti delle donne che, dice: “Sono ancora in tempi bui“.

madonna_met_gala_2016 Ecco il suo discorso:

Abbiamo lottato e continueremo a lottare per i diritti civili e i diritti dei gay in tutto il mondo. Quando si tratta dei diritti delle donne siamo invece ancora in tempi bui. Il mio vestito (Givenchy) al Met Gala 2016 era una dichiarazione politica e di moda. Il fatto che la gente realmente creda che a una donna non sia permesso esprimere la propria sessualità e di essere avventurosa oltre una certa età è la prova che viviamo ancora in una società sessista. Non ho mai pensato in modo limitato e non ho intenzione di iniziare a farlo ora. Non possiamo ottenere un cambiamento a meno che non siamo disposti a correre dei rischi. Questo è il modo in cui si cambia la storia. Se hai un problema con il mio modo di vestire è semplicemente un riflesso dei tuoi pregiudizi. Non ho paura di aprire la strada a tutte le ragazze dietro di me! ️ Come disse una volta Nina Simone: La definizione di libertà è essere senza paura“. Non sono per niente dispiaciuta e resto una ribelle, in questa vita e in tutte le altre. Unitevi alla mia lotta di genere. Uguaglianza!

madonna_met_gala_2016

Pura voglia di far parlare di sè oppure voglia di scuotere un po’ lo showbiz e aprire, davvero, le menti sulla nudità, sul “girl power” e su tutto ciò che nella società viene ancora ritenuto taboo? A voi l’ardua sentenza.