In memoria di Marilyn Monroe

Moriva oggi la più amata attrice di tutti i tempi.

Oggi 5 agosto è morta Marilyn Monroe.

È stata trovata chiusa in camera, col caldo che fa, a 36 anni, nuda, la cornetta del telefono in mano.

Marilyn l’icona, la diva, la gonna che s’alza. Marilyn la bionda, la scema, le tette di fuori. Le grandi di Hollywood non la sopportano: arrivista, oca, non sa recitare. Faccio di tutto per piacervi: rido, mi spoglio, come mi vuoi? 

Nata da una donna malata di mente e incapace di badare alla figlia, Norma Jeane passa l’infanzia tra affidi temporanei e case famiglia. Ama troppo, come un’ingorda: da un uomo all’altro, un po’ padri un po’ diversivi. È obbligatorio essere un mito.

Marilyn donna Gemelli, ascendente Leone, donna-bambina, incatenata al palcoscenico da una fame di attenzioni che si fa vocazione al massacro. Marilyn s’è ammazzata, s’è drogata a morte. Marilyn è stata ammazzata, era fuori controllo. Il fratello di Kennedy, la mafia, Marilyn sapeva degli ufo. Marilyn la congiura, i segreti, vietato parlare.

Il testamento stranamente già steso, per precauzione. Un sacco di soldi alla psicanalista. Indicazioni precise su come recitare anche il giorno del tuo funerale, su come volevi andare alla tomba. La parrucca bionda de Gli Spostati, il vestito verde di Emilio Pucci, la bara tutta di bronzo massiccio, foderata di seta champagne. Tua madre non ce l’hanno portata, con la schizofrenia, figurati, non sapeva neanche chi fossi.

Marilyn istrionica, incantesimo allegro. Marilyn non regge, parla parole non sue.
Ripete per tutta la vita: giochiamo? Vuoi giocare con me? Personaggio perfetto, persona impossibile: come si riesce a vivere, davvero, giorno per giorno?

Marilyn enorme, eterna, tutta simbolica. Morta in un letto ma viva, oggi, sul cuore.

(Jonathan Bazzi)

Ti suggeriamo anche  Monica Cirinnà invita il marito a festeggiare l'anniversario al Pride per chiedere il matrimonio egualitario

1 commento su “In memoria di Marilyn Monroe

  1. Quanti sanno che da ragazza ha fatto l’operaia? E che è stata uno dei primi attori di Hollywood a gestirsi da sola fondando la Marylin Monroe Inc.? Uno spirito imprenditoriale niente male per una grande attrice (e non solo) che chissà perché ad ogni ricorrenza qualcuno si diverte a ricordare come una povera demente. Se persino il Vaticano ha riconosciuto, almeno in parte, il valore artistico di un personaggio controverso come PPP, perché l’America si ostina a mostrarsi matrigna con la sua figlia più illustre?

Lascia un commento