Due donne felicemente sposate costrette a lasciare il lavoro perché ‘troppo lesbiche’

di

Discriminate sul posto di lavoro perché 'mogli', coppia di lesbiche passa ora all'attacco. Chiedendo giustizia.

CONDIVIDI
825 Condivisioni Facebook 825 Twitter Google WhatsApp
795 0

Sheri e Alyssa Monk sono due donne di Alberta, nel Canada occidentale, che stanno insieme da anni. Poco più di un anno fa le due sono state indirettamente costrette a lasciare il Pincher Creek Emergency Services, in quanto ‘troppo lesbiche‘. O almeno questa è la denuncia che Sheri e Alyssa hanno presentato alla Commissione per i diritti umani di Alberta.

Sheri ha spiegato alla CBC News che lei e Alyssa, ovvero una delle cinque coppie sposate nel loro distaccamento, sono state convocate in un incontro con l’allora vice capo Margaret Cox. Era il maggio del 2017.

Ci siamo avvicinate ai presenti e ci siamo scusate per essere troppo lesbiche. Volevamo sapere cosa avessimo di sbagliato. La conversazione è iniziata con, ‘non c’entra il fatto che siate lesbiche, ma ci sono alcune persone che non accetteranno mai il matrimonio omosessuale e si sentono offese dall’uso della parola moglie‘. “Abbiamo chiesto loro se questo valesse per tutti … allora la manager ha risposto, ‘no, perché siete l’unica coppia che ha subito lamentele’. “Eravamo anche l’unica coppia gay“.

Sheri e Alyssa si sono conosciute e innamorate proprio sul luogo di lavoro, nel 2014, per poi sposarsi nel 2015. Per un anno hanno preferito tacere la loro relazione ai colleghi, fino a quando non sono andate a convivere. Dopo quella famigerata riunione avvenuta nel maggio del 2017, entrambe sono state prese di mira, con chiare forme di discriminazione.

Penso che le dimostrazioni pubbliche di affetto, siano esse fisiche o verbali, risaltino maggiormente perché siete entrambe donne, rispetto alla popolazione eterosessuale“, ha ammesso il loro supervisore, come dimostrato da una registrazione audio pubblicata da CBC News. Da Pincher Creek, ovviamente, negano di averle discriminate in alcun modo, ma un ex collega di lavoro, James Raffan, ha confermato come alcuni colleghi profondamente religiosi si sentissero addirittura ‘offesi dalla loro presenza‘, creando ulteriore conflitto. Esauste e stritolate dal clima d’odio quotidiano, Sheri e Alyssa hanno preferito abbandonare il luogo di lavoro. Ma ora pretendono giustizia.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...