L’amico gay e l’addio al nubilato: conta più la tradizione o l’amicizia?

Una storia realmente accaduta.

Gruppo di amici. “Amore“, “tesoro”, uscite ricorrenti, contatti quotidiani. Una delle coppie decide di sposarsi. Arriva il momento degli addii al celibato e al nubilato. Il gruppo si scinde secondo l’identità di genere e sessuale.

I tre amici omosessuali del gruppo non vengono invitati né all’uno né all’altro. L’amica organizzatrice dell’addio al nubilato decide il da farsi con la sorella della sposa. In silenzio, a porte chiuse. Nessuno dei partecipanti eterosessuali chiede il motivo, il senso di quell’assenza. Nessuno dice niente. Le serate trascorrono serene, senza intoppi rispettando il rito previsto, quel che vuole la tradizione. Arrivano le foto. Felicitazioni.

Questa storia è realmente accaduta. Tra amici, tra persone legate da rapporti più o meno intensi. In qualche caso rapporti decennali. Eppure nessuno ha provato a spezzare questa specie di ipnosi collettiva per cui gli amici gay (maschi) non sono stati ritenuti adatti né all’addio al nubilato, né a quello al celibato.

Imbarazzanti per i ragazzi (dei quali non condividono l’orientamento sessuale), fuori luogo per le ragazze (delle quali non condividono il sesso biologico).

Sicuramente per molte persone le tradizioni hanno un grande peso simbolico, ma è giusto che tradizioni e determinazione biologica contino più dell’amicizia?

 

Ti suggeriamo anche  Emma Marrone: "Sul palco combatto l'omofobia!"

7 commenti su “L’amico gay e l’addio al nubilato: conta più la tradizione o l’amicizia?

  1. gli “addii a…” sono delle gran cazzate e chi non mi invita a tali cazzate mi fa soltanto un favore

    cosa dovrei andare a guardare? lo sposo che si scopa in vari modi – ubriaco – la prostituta di turno o la sposa che fa altro (non ho idea di cosa, in effetti) in un altro locale?

    ma per carità! vogliamo emanciparci un attimino da queste idiozie tribali e coatte?

    1. ma a parte nei film di serie z e shane su lword che si scopava tutte le donne al matrimonio, nella tua vita reale hai mai assistito o saputo di eventi del genere? da come ne parli sembra la norma :/

  2. A me pare una situazione facilmente rimediabile: basta invitare i suddetti amici gay ad entrambe le feste e far decidere loro.
    Non credo che, in genere, nessuno si sco*i nessuno a queste celebrazioni (come suggerisce pittorescamente un utente): al massimo si va (ma quanti lo fanno ancora?) a uno strip club per femmine o per maschi.
    Non vedo il particolare imbarazzo – se di amicizia decennale si tratta – da parte della sposa o dello sposo a coinvolgere i propri amici gay.
    Io preferirei andare all’addio al celibato, e l’eventuale presenza di una spogliarellista non mi farebbe né caldo né freddo e credo mi divertirei. Se invece l’imbarazzo è degli sposi… beh… mi chiederei quanto io sia davvero accettato in quel gruppo.

    1. …sarò pure pittoresco ma le prostitute, i prostituti (sia etero che transgender) in queste feste ci aguazzano e si arricchiscono.
      Anche se tu non te ne accorgi o non ne hai notizia.
      Basta informarsi, per risolvere questa tua non-conoscenza.
      Uno sposo che fa un addio al celibato soltanto goliardico e alla buona non ha problemi ad invitare anche amici gay al festeggiamento. Se potenzialmente sei in grado di scoparti anche la vecchietta che fa le pulizie al locale, penso che vuoi meno spettatori “scomodi” possibili

      1. Sì ma non penso fosse questo il caso, altrimenti la cosa sarebbe stata menzionata e non ci sarebbe stato alcun “caso”. La maggior parte degli addii al celibato/nubilato NON prevede di scopa*e una prostituta (ma sarò felice di ricredermi se hai qualche statistica scientifica da sottopormi, in modo da ovviare alla mia non-conoscenza), anche perché sarebbe molto sciocco farlo in presenza di numerosi testimoni, rischiando così che il futuro coniuge lo venga a sapere.
        Il PUNTO qui era un altro, e cioè proprio il fatto che sia la sposa che lo sposo abbiano avvertito come imbarazzante coinvolgere gli amici gay in serate goliardiche a base di eventuali locali/strip club etc…

  3. ho avuto l’anno scorso 5 matrimoni..5!!…Legami differenti ed a uno ero pure testimone. Sono stato invitato a Celibato e nubilato.. Ovvio per praticità ho scelto il nubilato in base al livello d’affetto. Se la suddetta sposa fosse molto amica di questi ragazzi si sarebbe subito chiesta il motivo per il quale mancavano i suoi amici.

Lascia un commento