Colton Haynes in lacrime riceve il Visibility Award: “Sono gay e per la prima volta sono davvero me stesso”

“Spero che il mio esempio dia alla prossima generazione LGBT la sicurezza di essere ciò che sono apertamente, senza paura”.

Colton Haynes, la star di Teen Wolf e Green Arrow, ha fatto coming out pochi mesi fa, dopo un tormentato periodo in cui i media avevano diffuso voci non confermate sulla sua sessualità. Colton aveva rivelato a Entertainment Weekly che “avrei dovuto scrivere un annuncio ufficiale, ma non ero pronto. Non mi sentivo di doverlo a qualcuno. Penso che ognuno debba fare ciò che si sente, specie su cose così delicate e personali, quando se la sente di più e quello non era il momento giusto. Ho vissuto in una condizione di ansia incredibile per tutta la vita. Stavo male, ero fisicamente malato, svenivo. Ho 27 anni e ho un’ulcera. Dovevo fare un passo indietro.”

Da lì la svolta: la decisione di dichiararsi al mondo per quel che si è, senza maschere e censure (spesso imposte dalle case di produzione e dall’industria del cinema a molte star). “Adesso che ho detto la verità sono felice più di quanto non sia mai stato in passato, c’è voluto molto tempo ma ce l’ho fatta”. E un percorso in ascesa fatto di interviste (come quella in cui rivela di aver scoperto che uno dei motivi del suicidio del padre fu proprio la sua omosessualità LEGGI >), iniziative a favore della comunità LGBT, attività di beneficenza: questo operato gli è stato riconosciuto da Human Rights Campaign, che ieri gli ha assegnato il Visibility Award, premio consegnato a chi “alza la voce per parlare di uguaglianza e accettazione”.

Ti suggeriamo anche  Collin Martin, il calciatore americano fa coming out

Colton ha ricevuto il premio in lacrime dopo aver parlato della sua esperienza: “Mi ci è voluto davvero tanto per arrivare dove sono ora. Molte persone nel mondo dell’entertainment, che non mi conoscevano bene, sono rimaste spiazzate dal mio coming out: ma il mio essere gay è naturale come il colore dei miei occhi, nessuno decide di esserlo. Ho avuto così tanti ruoli da attore, ma stasera posso essere veramente me stesso per la prima volta ed è incredibile“, dice Haynes prima di scoppiare a piangere. “Molte altre persone sono venute prima di me e si sono imposte come modelli per la comunità LGBT. Sto camminando nelle loro scarpe e sto seguendo i loro insegnamenti. Spero che il mio esempio dia alla prossima generazione LGBT la sicurezza di essere ciò che sono apertamente, senza paura“.