Jonny Gascoigne: avere 22 anni, giocare a cricket e fare coming out

di

Jonny Gascoigne, giocatore di cricket ventiduenne fa coming out con una bella lettera a Outsports in cui spiega come sport e mondo lgbt possono convivere.

CONDIVIDI
34 Condivisioni Facebook 34 Twitter Google WhatsApp
6065 0

In una lettera pubblicata su Outsports, sito che si occupa di sport e mondo LGBT, Jonny Gascoigne, ventiduenne di Manchester e giocatore di cricket, racconta del suo percorso di accettazione e di come sia riuscito a fare coming out.
Il Cricket è un gioco semisconosciuto al di fuori dell’Inghilterra, dell’India e dell’Australia. Sebbene dove praticato abbia una lunghissima storia e uno sterminato numero di appassionati, che lo portano ad essere numericamente il secondo sport più seguito al mondo. Se volete farvi un’idea di come funzioni e di quanto bizzarre possano essere alcune regole (alcune partite possono durare fino a 5 giorni) potete dare un’occhiata qui. Se invece siete interessati a dove poter giocare a cricket in Italia, ecco qui la Federazione Cricket Italiana.
Jonny racconta di essere gay da quando aveva 12 o 13 anni, ma di non aver accettato la cosa fino a poco tempo fa. Passata l’adolescenza convinto che quello che provava non fosse altro che una fase, ha passato gli anni del liceo concentrandosi solo ed esclusivamente sugli sport e sull’attività fisica, chiudendo in un cassetto l’interesse per qualsivoglia sessualità.
Fino a quando nel 2013, durante una vacanza sulle Alpi francesi, dopo una festa non incontra e bacia un ragazzo.
Da lì la consapevolezza che il suo orientamento sessuale non sarebbe mai cambiato e l’inizio di un percorso lento ma felice per venire allo scoperto. Prima il dirlo al suo migliore amico, poi alla sua famiglia, il primo ragazzo con cui però ancora non si sentiva libero, e infine la decisione forse più importante: il coming out definitivo. Il cricket non è uno sport violento o di contatto, ed è ricnosciuto come un’attività da gentleman, ma è usanza in alcuni momenti cercare di attaccare psicologicamente chi deve compiere azioni di precisione. Jonny si chiedeva se sarebbe riuscito quindi a sostenere quel che i suoi avversari avrebbero potuto urlargli e se sarebbe stato abbastanza forte.
Fattosi coraggio si è dichiarato prima al coach e poi ai suoi compagni, e con sua sopresa e sollievo non ha ricevuto altro che supporto e feedback positivi.
Jonny non è comunque il primo a fare coming out nel mondo del Cricket, già nel 2011 Steven Davies a 24 anni era diventato il primo giocatore di cricket a livello internazionale apertamente lgbt.
A volte la via più facile è essere se stessi.

Qui la lettera completa.

Leggi   Test: sei pronto a fare coming out?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...