Eric & Tommy: le unioni civili e l’obbligo di fedeltà

Ora che la legge sulle unioni civili è in vigore, Eric & Tommy si uniranno? E l’obbligo di fedeltà?

1 commento su “Eric & Tommy: le unioni civili e l’obbligo di fedeltà

  1. Simpatica, però non ne condivido il contenuto. E’ un’assurdità arrivare a gioire del fatto di essere trattati come incapaci di formare nuclei seri, stabili. La fedeltà è un elemento importantissimo in qualsiasi rapporto umano, a maggior ragione quando si va a fondere la propria esistenza con quella di un’altra persona. Come è ovvio, non si tratta dell’obbligo statale di far sesso con una sola persona… tanto per fare un esempio il sesso a tre non costituisce infedeltà… se si è d’accordo nell’andare a fare sesso con terzi l’infedeltà non c’è proprio per niente… La striscia quindi va del tutto fuori strada. Ci può forse stare a livello di battuta, ma parlando seriamente proprio no. Qui si tratta molto semplicemente del dovere di rispettare la fiducia del proprio partner, di non calpestare il proprio rapporto. Nella legge dev’essere inserito quanto prima l’impegno reciproco alla fedeltà, così come è stato fatto con quello all’assistenza reciproca. Più in generale, dev’essere inserito il riconoscimento della coppia; la legge ad oggi riferendosi all’unione civile parla meramente di vita comune, non di vita di coppia. Sintomo del fatto che c’è ancora una certa difficoltà ad accettare il fatto che due uomini o due donne possono andare a costituire una comunione completa, totalizzante, come gli altri; questa si chiama omofobia, e non è ammissibile.

Lascia un commento