Kesha ai Pride di San Diego e Pittsburgh: “Abbiamo ancora tanto lavoro da fare!”

Kesha, dopo aver vinto il Visibility Award per la lotta contro le discriminazioni LGBT, sarà in prima linea ai Gay Pride di San Diego e Pittsburgh

Kesha, attualmente più famosa di quando lo era pubblicando dischi perchè in causa con il famoso produttore Dr. Luke (per aver abusato sessualmente di lei negli ultimi anni), continua con il suo impegno verso la comunità LGBT.

Dopo aver vinto il Visibility Award per la lotta contro le discriminazioni LGBT, Kesha si esibirà come artista principale ai Gay Pride dell’11 Giugno a Pittsburgh e del 16 Giugno a San Diego.

Kesha ricorda che nello Stato del Tennessee, suo nativo, è passata una (altra) legge anti-LGBT (che però deve ancora essere firmata o, si spera, bocciata) e dichiara, al proposito:

…Questo fatto ci ricorda che eventi come il Gay Pride sono più importanti che mai e sono onorata di partecipare in prima linea. Non smetterò mai di lottare per l’importanza e il diritto sacrosanto di un essere umano di esprimere se stesso in libertà. Negli anni abbiamo fatto tanti passi avanti, ma abbiamo ancora tanto lavoro da fare!”

kesha_lgbt_equality_7-1

E speriamo che in queste date, magari, Kesha ci regali qualche nuova perla musicale, anche se, per ora, non potrà vedere la luce del sole finchè il suo contratto non sarà sciolto in qualche modo (perchè Kesha, ovviamente, non tornerà mai più in studio con Dr. Luke).

Ti suggeriamo anche  Omotransfobia, va male l'Italia: per il rapporto ILGA è solo 32esima in Europa

Per chi non l’avesse vista, bellissima l’ultima apparizione, a sorpresa, di Kesha durante il set di Zedd nel primo weekend del Coachella 2016.