Maryza – Memorie di una Drag sbarca a Trastevere

Ad un anno dal debutto tornano al Teatro Agorà, dal 23 febbraio al 3 marzo, le avventure della Drag Queen creata da Laura Canestrari e Gianluca Reina, con LaKarl Du Pignè e Marlene superstar

Roma – Dopo il successo ottenuto la scorsa stagione torna al Teatro Agorà, in via della Penitenza 33, Maryza – Memorie di una Drag, commedia che mette a nudo cliché e luoghi comuni sulla diversità di genere e mostra come, dietro le maschere e le apparenze, spesso ci sia un’altra verità.

Maryza è una drag di mezz’età con la passione per Liza Minnelli, che sogna di sfondare nel mondo dello spettacolo, ma che, per il momento, si mantiene con il mestiere più antico del mondo. Luisa è una ragazza in carriera talmente presa dal suo lavoro da trascurare del tutto il suo ragazzo Giacomo, la propria abitazione nonché se stessa. Per una catena di equivoci le strade delle due si incroceranno e Maryza si troverà ad insegnare a Luisa come tirar fuori il suo lato più femminile, cercando di aiutarla a non farsi soffiare l’uomo da Benedetta, sofisticata arrivista che punta alla "dote" di Giacomo. Riuscirà Maryza, con l’aiuto della sua svampita amica Tina, a salvare la storia d’amore tra i due, provando magari, nel frattempo, a trovare anche un ingaggio?

Laura Canestrari e Gianluca Reina, dopo l’irriverente My Fair Boy, tornano con una nuova frizzante commedia che indaga il mondo delle Drag Queen, giocando senza pudore su cliché e luoghi comuni, mischiando ironia e satira in un avvincente intreccio ricco di colpi di scena. Maryza prosegue il percorso iniziato dagli autori nel loro precedente testo, con lo scopo di portare in sala la realtà contemporanea in modo mai banale, con un linguaggio moderno e innovativo. 

Ti suggeriamo anche  Omofobia a Roma, l'audio originale della chat di classe: "Vai a succhiare"

A rendere ancor più irriverente la commedia è la partecipazione allo spettacolo, nei ruoli di Maryza e della sua amica Tina, di due vere Drag Queen: LaKarl DuPignè e Marlene Dragqueen, da anni protagoniste della vita romana, che si cimentano nell’arduo compito di portare sul palco il loro mondo, in una caleidoscopica inversione dei ruoli. Al loro fianco Chiara Canitano, l’affascinante Gianpiero Pumo e Chiara Pavoni, tutti coreografati da Gabriele Cantando. Il risultato è un graffiante cocktail di umorismo e romanticismo, con una spruzzata di mistero e musica, che racconta la possibilità del cambiamento nella società moderna. 

Maryza – Memorie di una drag, al Teatro Agorà in via della Penitenza, dal 23 febbraio al 3 marzo Prezzo dei biglietti: 10 euro + 2 euro (tessera associativa teatro).

di Federico Boni