Matrimoni greci e Black Divas per un weekend da rimorchio!

Fine settimana hot per i discotecari della capitale, attesi al varco da un matrimonio greco (gay) a Muccassassina, e da Rihanna, Beyonce e Janet Jackson al Gorgeous! Senza dimenticare il QueerTheCore

Roma – Siete pronti a sposarvi? Fine settimana in arrivo con tanto di  ‘matrimonio greco’, grazie al Muccassassina, che apre questa sera le porte del Qube, in Via di Portonaccio, alla gayezza di Mykonos.

Direttamente dal Super Paradise dell’isola greca, infatti, arriva uno dei più celebri dancefloor ellenici: dj Pete. Per l’occasione Muccassassina presenta "Il mio grosso grasso matrimonio gay", party ispirato alle atmosfere greche, che vuole rianimare con un pizzico di ironia e provocazione il desolante panorama dell’assenza di diritti in Italia per le coppie gay, lesbiche e trans. Le drag queen di Muccassassina, nelle vesti di eccentriche sacerdotesse di Athena e per l’occasione ribattezzate Alba Gallinas, Tsunami Onassis e Shemale Papadopoulos, rilasceranno infatti certificati di matrimonio ortodosso greco, per chiunque voglia ufficializzare l’unione con il proprio partner. Per tutte le zitelle e le malelingue della serata viene invece offerto un buffet a base di formaggio feta e yogurt acido. Al privè Panorama Bar, inoltre, un’imperdibile degustazione di ouzo, il famoso liquore afrodisiaco greco. Accanto a dj Pete, la consolle house si accende con le travolgenti selezioni di dj Luiggi da Valencia. Riti sacrificali nel tempio house di Muccassassina in onore della divinità nera Mizz Mandengo e della sua voce portentosa e sirtaki tutta la notte con la Muccassassina Dance Company. Le piste dedicate alla musica black e pop sono animate, inoltre dai dj Easysqueezy Superstar, Gianluca Pacini e Fabio Lanzone. Il palco del “Party con le Corna” ospiterà inoltre la presentazione dello spettacolo “Maryza. Memorie di una drag” di Laura Canestrari e Gianluca Reina, in scena al Teatro Agorà di Roma dal 23 febbraio al 3 marzo, con LaKarl Du Pignè, Marlene, Chiara Canitano, Gianpiero Pumo e Chiara Pavoni. 16 euro con consumazione il prezzo per intero dell’ingresso, 12 se ridotto.

Ti suggeriamo anche  Roma Pride 2019 da sogno, in 700.000 hanno travolto la Capitale

Da tutt’altra parte, a San Lorenzo, torna il QueerTheCore al Dimmi, in Via dei Volsci 126/b. Una riunione one shot di giovani artisti queer, che dal nord e dal profondo sud si ritrovano a Roma, per portare tutta la loro arte e irriverenza, prendendo spunto dal genere musicale Queercore. In apertura di serata il live degli Atome Primitiv, band selezionata per "Operazione Soundwave" da MTV e Coca-Cola, concorso dedicato agli artisti e alle band emergenti, con guest dj Bebop, affiancato da Toyboy e Danger Watt, chiamati a portare in sala il loro minimal techno e electro/ghetto house/french touch. 6 euro senza consumazione l’ingresso.

Concluso il venerdì, senza dimenticare la serata Omogenic al Circolo degli Artisti, in Via Casilina Vecchia (7 euro l’ingresso senza consumazione), il sabato vedrà salire sul palco dell’Alpheus tre dive di fama mondiale come Rihanna, Beyonce e Janet Jackson! Dopo il Lady Gaga Tribute, infatti, il Gorgeus I Am rilancia la posta in gioco con un tributo ‘triplo’ a tre grandi dive black. A vestirne i panni, anche in questa occasione, i Karma B e Polena, in una sfida a suon di balli e cambi d’abito senza esclusione di colpi. In consolle house Nino Scarico, con Brezet e Mirco Zeta, in arrivo da Sinigallia, in sala commerciale. 10 euro l’ingresso senza consumazione e senza lista, 8 euro se in lista.