Miss Drag Queen Italia, per la prima volta vince un trio

Per la prima volta nella storia del concorso è un trio ad aggiudicarsi il titolo di Miss Drag Queen Italia. Orgogliose anche le mamme dei tre ragazzi che, vivendo lontani, fanno le prove su Skype.

Due impiegati ed un receptionist sono i vincitori dell’unico concorso italiano dedicato alle personalità artistiche en travesti che si è svolto ieri a Torre Del Lago (LU) sotto la conduzione dell’ideatrice Regina Miami, famosa drag queen toscana, aggiudicandosi un premio di 2.000 euro messo a disposizione dal locale cult della movida torrelaghese, il Mamamia. Il 23enne Davide Salerno di Milano, il 34enne Moreno Martini di Torino e il 25enne Davide Farina di Ancona, in arte Cotton Fiok, hanno colpito la giuria con uno show ironico e molto vicino al cabaret, costruito su un medley di una trentina di canzoni italiane, battendo le altre 14 concorrenti giunte da tutta Italia per aggiudicarsi il titolo.

«Si meritavano la vittoria perché sono in gamba – ha dichiarato orgogliosa la mamma di Davide -. Che mio figlio faccia la drag queen non è un problema né è una cosa da accettare: l’importante è che, come tutto, venga fatta con la testa». I tre amici, la cui particolarità è quella di fare le prove attraverso il programma di videochiamata Skype dal momento che vivono lontani, hanno cominciato ad esibirsi in abiti femminili per gioco aggiudicandosi la selezione regionale della Lombardia. «Non ci aspettavamo di vincere – hanno dichiarato – perché non abbiamo un trucco tipicament da drag, ma siamo contenti di aver divertito e di esserci divertiti».

Ti suggeriamo anche  Tutti i segreti di Stephanie Glitter, makeup artist in drag

Secondo posto per Silvana della Magliana, Miss Drag Queen Lazio. Tony, 31 enne di Roma che nella vita fa l’attore ha ammesso: «Da uomo non lavoro, fare la drag queen, invece, è una cosa nuova e nella Capitale funziona». Terzo posto e premio della critica per Miss Drag Queen Toscana, la fiorentina Dayana Original Doll e premio alla carriera alla drag queen Sissy. Presidente di giuria è stata Miss Lolita, la drag queen arrivata nella finale del programma Mediaset Italian’s Got Talent che ha riproposto l’esibizione contro l’omofobia con la quale ha commosso il pubblico: «Spero che tanta gente sia orgogliosa di essere gay  e invito tutte le concorrenti a partecipare ai provini del programma» ha detto l’artista che potremo vedere a settembre ancora nella trasmissione che l’ha lanciata.