Patty Pravo dice la sua sui froci a Roma Tre

Vista in concerto a Piazza S.S. Apostoli sabato sera, Patty Pravo mercoledì scorso ha incontrato gli studenti di Roma Tre, rilasciando un’intervista a SkyTg24 facilmente equivocabile…

Con l’arrivo del Santo Natale e del suo nuovo dvd, interamente realizzato dai fan, Patty Pravo è tornata a far parlare di sè, concedendosi la scorsa settimana prima ad un incontro con gli studenti di Roma Tre, per poi dedicarsi anima e corpo in un concerto la notte di Halloween.

Proprio dall’incontro con gli studenti avvenuto mercoledì scorso, Patty ha rilasciato SkyTg24.

Un’intervista a tutto tondo, con una Pravo che è caduta su una scivolosa e colorata buccia di banana, sottolineando come: "Ognuno di noi ha una parte femminile e maschile. Io poi tra l’altro sono abitutata a vivere insieme agli uomini. Quindi … per esempio i musicisti hanno una parte femminille… femminile non vuol dire esse froci…femminile vuol dire avere una sensibilità".

Un’uscita accompagnata da un gesto con la mano sinistra, decisamente equivocabile. Che la Strambelli volesse dire che un’artista che ha un lato femminile non è detto che sia gay?

Un pensiero condivisibile, anche se detto in maniera decisamente becera ed evitabile (qui il video dell’intervista), soprattutto se uscito dalla bocca di una delle icone gay più amate e stimate d’Italia, che proprio grazie ai ‘froci’ deve tutto o quasi.

di Federico Boni

Ti suggeriamo anche  Sapienza, settimana rainbow con festival LGBTQ+ e primo Pride universitario