Il 60% degli uomini gay e bisex non sa cos’è la PrEP

Il dato allarmante è che la popolazione afroamericana, tra le più a rischio, ha anche il più alto tasso di ignoranza sul tema.

In un recente studio pubblicato dall’American Journal of Preventative Medicine e realizzato dal John Hopkins Hospital è emerso un dato piuttosto preoccupante: 6 uomini gay o bisex su 10 non sanno cosa sia la PrEP. Ma ancora più allarmante è che la categoria demografica più a rischio negli Stati Uniti, quella della popolazione LGBT afroamericana, è anche quella che ne sa meno. Una volta però informati degli effetti del medicinale, 6 su 10 si dichiarano disposti a intraprendere la terapia preventiva.

L’epidemiologa Julia Raifman commenta: “Il dato si estende anche ai medici: si sta perdendo l’opportunità di discutere l’utilizzo della profilassi per quelle persone che sono a rischio di contagio da HIV“.

La PrEP, lo ricordiamo, sta per Profilassi da pre-esposizione: è un farmaco che, se assunto con regolarità e sotto attento controllo medico può prevenire nell’oltre 90% dei casi il contagio da HIV. Non si sostituisce al profilattico, che detiene la percentuale più alta di tutela (più del 99%) ma ne è un validissimo alleato; potrebbe essere inoltre fondamentale per quelle persone che, pur consapevoli dei rischi, continuano ad avere rapporti sessuali occasionali non protetti. Recentemente la Commissione Europea ha annunciato l’ammissibilità del farmaco (LEGGI >), chiamato Truvada, per tutti i 28 Stati membri dell’Unione: in Italia ancora nulla è stato detto a riguardo. E voi utilizzereste la PrEP? Partecipate al nostro sondaggio qui! > >

Ti suggeriamo anche  HIV, scoperto un gene che rende immuni dal virus

SONDAGGIO > >

schermata-2016-10-11-alle-15-14-00