Stasera a Nizza torna Lou Queernaval, l’unico carnevale gay al mondo

Inizia in Place Masséna una settimana di festeggiamenti lgbt all’insegna dell’extravaganza

Tutto è pronto a Nizza per l’esplosione di colori e paillettes di Lou Queernaval, l’unico carnevale gay al mondo che stasera illuminerà dalle 21, tra carri queer ed extravaganza, la centrale Place Masséna. “L’anno scorso siete stati più di 15.000 a partecipare alla prima edizione di questo Lou Queernaval – ha dichiarato il sindaco di Nizza, Christian Estrosi – ed ecco la seconda: non dubito che incontrerà lo stesso successo. Vedo questa adesione popolare in ciò che fa la ragione propria dello spirito carnevalesco: la messa in discussione delle opinioni preconcette, l’espressione di una vitalità e di sentimenti troppo e a lungo prigionieri di norme rigide. Dalle origini, il Carnevale è tutto questo: l’affermazione della vita negli opposti, nei contrari: quale più alta affermazione della vita dell’amore che proviamo gli uni per gli altri?”

Lou Queernaval è unico – continua Estrosie si iscrive perfettamente in questo gran tourbillon di festa nel qualche vivremo per qualche giorno dimenticando le turbolenze del mondo. Ma al di là dell’evento puramente di svago, è un messaggio inviato a tutti: quello di vivere meglio insieme, in una società riappacificata felice delle sue differenze che fanno la propria ricchezza. Ancora una volta, Nizza indica il cammino, quello di un’umanità che garantisca la prosperità di ciascuno. “È ora che Lou Queernaval si iscriva nella tradizione – continua Denis Zanon, Direttore generale dell’Ufficio del Turismo di Nizza e organizzatore dell’evento – e divenga la vetrina del vivere insieme nella città più bella del mondo, Nizza, capitale della Costa Azzurra. La nostra Nizza resta un modello di tolleranza per tutti”.

“Lou Queernaval è aperto a tutti, grandi e piccini! – conclude un altro degli organizzatori, il leggendario Lou Lou Longo, proprietario del Morgan Club -. Abbiamo voluto l’ingresso gratuito per consenitire a tutti di venire a fare la festa. Creature queer stravaganti, gruppi tradizionali e batucadas del posto, ballerini di ogni dove, musicisti live, gogo dancers, costumi palliettati unici, in tutto 500 tra artisti professionisti e non. Buon Queernaval a tutte e tutti!”.

A fare da madrine/padrini della manifestazione ci saranno il dj, mannequin e attore Manuel Blanch, la cantante Desireless e Môôsieur Jérémy, Drag Queer fondatore del collettivo Paillettes Queer Show.

Ti suggeriamo anche  RuPaul's Drag Race, la confessione di Dusty: "Costretta a un esorcismo dai miei genitori perché gay"

I locali gay si preparano a una settimana scatenata di divertimento: le ragazze accorrano in Rue de Congrès 19 per Sapho festeggia il Carnevale mentre i ragazzi non hanno che da scegliere tra un’infinità di feste ed eventi vari. Una tappa obbligata al Petit Marais, il quartiere gay al Porto, è il Malabar che per l’occasione diventa Lou Malabal: David e suo marito vi propongono una serata Disco Boy il venerdì e Cuir Fetish la domenica. Immancabile lo strepitoso street show nel Bar B*tch a Nizza vecchia, il Kosmik After Party al Kult. La discoteca top Glam propone invece un Veglione ininterrotto di tre giorni! Il discobar Six andrà avanti per una settimana intera proponendo Disco Funky, Sexy Show e chi può ne ha più ne metta. Lo stiloso C-Factory offre invece un cocktail gratuito a tutti i mascherati con vista esclusiva dal terrazzo del Museo d’Arte Contemporanea MAMAC. Per chi cerca emozioni forti e userà come maschera il proprio corpo, ecco i sex club The Code, Morgan e Le 7. Domenica ci sarà Miss Koka al Red Cafè. All’Eagle stasera serata anni ’80-’90 e domani Orsi. Nella mitica Cave Wilson, una sorta di Chez Michou nizzardo, tutto il weekend è dedicato a show brasiliani. Per rilassarsi, niente di meglio che la premiata sauna Le Bain Douche, pronta ad accogliervi.

Troverete tutti gli altri eventi sul sito www.queernaval.fr. Non mancate!