La storia di Megan: “Faccio coming out con mia nonna ogni volta che la vedo. Ha l’Alzheimer…”

Ma la reazione della nonna è sempre la stessa: di profonda gioia per la propria nipote!

Se pensate che fare coming out una volta sia emotivamente complicato, immaginate come possa essere farlo più e più volte

Megan Gail Yeo non sembra avere troppi problemi: ha recentemente raccontato la sua storia, signolare e divertente, a I’m From Driftwood, archivio online che raccoglie le storie di tanti tipi umani LGBT.

Quando ho fatto coming out per la prima volta con mia nonna lei era emozionatissima: la sua reazione è stata totalmente positiva ed è stato molto bello che una donna forte come lei abbia incontrato una donna forte come la mia compagna“, commenta. “Nonna però ha dimenticato presto quello che era successo: alcuni giorni dopo il mio coming out sono andata a trovarla e mi chiese se stavo frequentando qualche bel ragazzo“. La nonna di Megan infatti soffre di Alzheimer.

Ho fatto un lungo respiro e le ho detto: ‘No nonna, sono gay, sto uscendo con una ragazza e il suo nome è Erika, l’hai incontrata. Sono molto felice di essere quello che sono apertamente!’. Nonostante la sua perdita di memoria, la reazione era sempre la stessa, di pura gioia!“. E così ancora per molte altre volte, sempre con la stessa identica reazione: “Oh, è fantastico! Sono felice che tu sia riuscita a trovare modo di essere felice con te stessa“, è sempre il suo commento.

Storie

Partecipa a 4 Ristoranti con il compagno e viene sommerso dalle telefonate omofobe – la denuncia video

"Froc*o di mer*a" al telefono, più e più volte, con voci modificate e numeri anonimi. La denuncia social di Mariano Scognamiglio, visto a 4 Ristoranti, su Sky, insieme al compagno.

di Federico Boni