Drag queen a 8 anni: “La mia mamma mi supporta e mi aiuta a truccarmi”

Molte le critiche sul web.

La più piccola drag queen al mondo si chiama Lactatia, ha solo 8 anni, è fortissima e i suoi genitori la sostengono senza pregiudizi.

Nel web ovviamente si sprecano i commenti contro la sua storia e soprattutto contro i genitori, colpevoli, per qualcuno, di alimentare atteggiamenti non adatti a un bambino di 8 anni. Noi pensiamo invece che sia una storia bellissima e un grande esempio di accettazione e liberazione dai preconcetti.

I suoi genitori hanno anche pubblicato una lettera in cui raccontano quanto per loro non sia mai stato un problema vedere il figlio in abiti femminili: “Quando si traveste si sente una ragazza, quando invece non indossa la parrucca è un maschio, ma chissà in futuro. Noi abbiamo cresciuto i nostri figli dicendogli che non c’è niente che sia solo “per femmine” e nulla solo “per maschi”. Lui ad esempio ha sempre adorato i vestitini della sorella e per noi non è mai stato un problema. A tre anni ha attraversato un’intensa “fase Beyoncé”, ci ha parlato del suo sogno di fare la drag: è stato un momento importante. In quel momento non sapevamo che poi sarebbe diventato famoso come baby drag queen, ma eravamo certi che fosse un artista naturale. Ovviamente non siamo come la maggior parte delle mamme e dei papà, la mattina invece di portarlo a calcio, lui vuole fare lezioni di Vogue e noi ce lo portiamo. Quando andiamo a fare shopping passiamo sia dai reparti con i pantaloni con i teschi, sia da quelli con le gonne e le pailettes. Con Nemis abbiamo anche parlato del fatto che la maggior parte delle drag sono gay, lui non pensa di esserlo per ora, di queste cose ne abbiamo discusso a lungo e lo faremo anche in futuro. Forse farà coming out in futuro? Chi lo sa. Fortunatamente per lui, ha tutta la sua vita per capire quell’aspetto di se stesso, ma per il momento è contento di essere una drag. Spero che la nostra storia ispiri altri genitori ad abbracciare completamente i loro figli, senza giudicarli“.

Ti suggeriamo anche  Mamma e figlio giocano a fare le drag queen dopo aver visto Ru Paul

13 commenti su “Drag queen a 8 anni: “La mia mamma mi supporta e mi aiuta a truccarmi”

  1. fate schifo

    “Non illudetevi: né
    immorali, né idolatri, né adulteri, né effeminati, né sodomiti, né
    ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il
    regno di Dio” (ICor. 6, 9-10). Revvedevetevi finchè siete in tempo. Il tempo del ritorno di Gesù è vicino. che il Signore ci illumini e ci allontani dalle neostre vie perverse

  2. Genitori stupendi che NON vivono in funzione della gente ma preferiscono la serenita del proprio figlio! Se il bambino sta bene con se stesso ben vengano queste notizie ! Lo scandalo sono i preti pedofili e la chiesa tuttta che predica bene e razzola male. Caro signor della Rocca: lei sara’il primo ad essere giudicato dal Suo (di lei) Dio! Il Mio insegna AMORE E RISPETTO verso il prossimo. Si dia una calmata e inizi a fare il MEA (SUA) CULPA . I veri genitori sono coloro che guardano i propri figli e si accorgono di ogni loro desiderio ancor prima che glielo si chieda.Dimenticavo :il perverso e’lei!

  3. Ecco !
    adesso prendere un povero bambino di otto anni e vestirlo da donna diventa “un grande esempio di accettazione e liberazione dai preconcetti…”
    Stanno minando pesantemente il cammino di identificazione sessuale di un povero bambino di otto anni.
    Stanno distorcendo nel profondo la personalità di un bambino di otto anni.
    Anche per chi non crede in Dio, anche se Dio non dovesse esistere… per una infernale bestialità del genere dovrà pure intervenire !

  4. Bhè se Dio non esistesse allora non punirebbe noi LGBTQIA: ma siccome esiste ed É AMORE allora, oltre a non condannare i Non Credenti solo perché non credono in Lui, ugalmente non condanna i suoi Figli LGBTQIA!

  5. Il nostro trasformista Arturo Brachetti, famoso in tutto il mondo, ha imparato la sua arte in tenera età nientemeno che dai salesiani. In questo caso specifico vedendo la perfezione delle interpretazioni penso più che altro al fatto che venga persa la dimensione di gioco, ma come potrebbe accadere ad esempio praticando uno sport preso troppo seriamente per quell’età.

  6. E’ sicuramente una notizia falsa, sciocchi. A tre anni ha attraversato la fase Beyonce? Ha espresso il desiderio di essere una drag? Se io nemmeno sapevo cosa fosse un drag (e ringrazio il cielo) fino a qualche mese fa! E in ogni caso mi rifiuto di credere che sia vero: in una società civile genitori del genere verrebbero immediatamente arrestati.

Lascia un commento