1 anno di Unioni Civili

Un anno fa nascevano anche in Italia le Unioni Civili, il primo passo verso l'uguaglianza. Più di 2800 storie d'amore ❤️ #lovewins

Pubblicato da Gay.it su Mercoledì 10 maggio 2017

Un anno di unioni civili: il video di Gay.it che celebra i diritti e l’amore

di

La legge sulle unioni civili compie oggi un anno di vita dalla sua approvazione in Parlamento.

CONDIVIDI
278 Condivisioni Facebook 278 Twitter Google WhatsApp
6766 0

Il disegno di legge sulle unioni civili – noto ai più come legge Cirinnà – passò all’esame della Camera il 9 maggio 2016 e fu approvato in via definitiva un anno fa, l’11 maggio 2016. 

Questo video è il nostro modo di celebrare l’importanza e la bellezza di questo provvedimento che, finalmente, ha assicurato almeno una parte di quei diritti e di quel riconoscimento tanto attesi dalle coppie LGBT italiane.

Il testo firmato dalla senatrice Monica Cirinnà ottenne alla Camera 372 voti favorevoli (PD, NCD, SC, ALA, SI, PSI, DeS, CD, Minoranze linguistiche più 10 deputati dissidenti di Forza Italia) 51 contrari (FI, Lega Nord, UdC più diversi dissidenti di NCD e DeS) e 99 astenuti (Movimento 5 Stelle ePossibile).

Il disegno di legge fu poi promulgato dal Presidente della Repubblica Italiana il 20 maggio 2016, per essere pubblicato il giorno successivo sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. La legge è entrata in vigore il 5 giugno 2016.

La legge sulle unioni civili compie oggi un anno di vita dalla sua approvazione in Parlamento, benché la vita amministrativa sia di solo 8 mesi, infatti le prime celebrazioni sono cominciate i primi di agosto dello scorso anno. “Uno, nessuno, centomila” in Italia sono finalmente presenti nell’ordinamento giuridico cittadini LGBT, prima inesistenti per lo Stato” ha dichiarato la senatrice del Pd Monica Cirinnà a margine della conferenza stampa Unioni civili, un anno dopo.

“Tutti hanno diritto all’eguaglianza e alla pari dignità sociale ed è per questo che ora il Paese deve proseguire il suo cammino di sviluppo culturale, sociale e dei diritti superando le ultime barriere, le resistenze e i pregiudizi che ancora rimangono, in particolare sulla genitorialità. Il bilancio di questi primi mesi di applicazione è indubbiamente positivo e dimostra quanto il Paese attendesse il riconoscimento di una trasformazione sociale ormai consolidata da tempo. Resta la soddisfazione, come Parlamento, di aver risposto a un’esigenza che veniva dal tessuto sociale, portando felicità, sicurezze e tutele a tante nuove coppie e famiglie.

 

Leggi   Proposta di matrimonio tra poliziotti durante una cerimonia di laurea - video
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...