Anthony Ciccone, il fratello di Madonna, è un senzatetto

Ha raccontato la sua storia ad un quotidiano locale, il 55enne fratello di Madge che da tempo vive per strada, costretto a raccogliere lattine e bottiglie per sopravvivere: “Può capitare a tutti”.

E’ finito a chiedere l’elemosina con tutti gli altri senzatetto di Traverse City, nel Mitchigan, Anthony Ciccone, uno dei fratelli di Madonna che ha raccontato la sua storia ad un quotidiano locale.

"La mia famiglia mi ha voltato le spalle quando ho attraversato un brutto periodo – spiega Anthony, 55 anni, nella foto qui accanto ritratto durante il funerale della nonna – e adesso dormo per strada. Non ho un lavoro da anni, per vivere raccolgo bottiglie e lattine e le consegno per il riciclaggio".

Fino a qualche tempo fa, Anthony lavorava nell’azienda vitivinicola di famiglia, la "Ciccone Vineyard & Winery", gestita dal padre ottantenne. Poi, non meglio precisati fatti della vita, lo hanno portato a vivere per strada.

"Stare all’aperto ti distrugge – racconta -, sia mentalmente che fisicamente. Un mio amico ha perso tutte e dieci le dita dei piedi e ho visto gente morire di ipotermia".

Non è il primo caso di un parente stretto di una star. Un destino simile è toccato ad Alison Carey, sorella di Mariah, sieropositiva ed ex tossicodipendente, costretta a prostituirsi per sopravvivere.

"Pensate che non abbia risposto miliardi di volte a questa domanda – conclude Anthony -? Perché mia sorella è multimiliardaria e io vivo per strada? Mai dire mai, può succedere a chiunque".

Madonna non ha ancora dato la sua risposta alla domanda che Anthony si pone, ma questa non è la prima storia familiare a gettare cattiva luce sulla fama di Madge. Nel 2008 il fratello gay della Regina del Pop, Christopher, mandò in stampa un velenosissimo libro dal titolo "La vita con mia sorella Madonna" in cui l’accusava di essere una specie di tiranna e di avere solo sfruttato la comunità gay per arrivare al successo. “Guy [l’allora marito di Madonna] è omofobo, ricordo ancora il giorno delle nozze, si divertiva un mondo a raccontare barzellette sui froci – aveva raccontato Christopher -. Ecco perché mia sorella ha ostracizzato non solo me, ma anche tutte le amicizie omosessuali, dimenticando che agli esordi fu proprio la comunità gay a fare di lei una star".