La criminologa Bruzzone a un party lesbo, lei querela: “Falsità che lede la mia onorabilità professionale”

di

La notizia era stata data dal magazine Caffeina.

CONDIVIDI
117 Condivisioni Facebook 117 Twitter Google WhatsApp
12871 5

Roberta Bruzzone beccata in un locale per sole donne ad uno scatenatissimo party: la notizia, comparsa sul magazine Caffeina, è stata respinta con indignazione dalla criminologa più famosa d’Italia, che intenderebbe ora passare alle vie legali. Bruzzone ha scritto su Facebook:

“Amici, in considerazione della gravità e totale falsità di quanto pubblicato in data odierna dalla pagina “caffeina”, pubblico anche qui quanto inviato direttamente alla loro attenzione. Naturalmente ho già incaricato i miei legali per agire in tutte le debite sedi”

Vi invito a rimuovere immediatamente la delirante notizia da voi pubblicata nella giornata odierna. Non è mio costume frequentare locali per “sole donne”. Tale circostanza da voi pubblicizzata è completamente falsa. Si tratta di una pura invenzione suscettibile di recare gravissimi danni alla mia onorabilità professionale. Non sono mai stata in un locale di questo genere, ne’ ora ne’ mai in passato. Il riferimento a presunti “bene informati” secondo cui sarebbe accaduto “di tutto” è degno di un episodio psicotico allucinatorio. Vi informo che ho dato mandato ai miei avvocati per tutelarmi in tutte le debite sedi nei vostri confronti”


Roberta Bruzzone ha poi pubblicato anche i messaggi privati che si è scambiata con la pagina:

Leggi   Coming out e outing: quale termine per uscire allo scoperto?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...