DANIELE, SENZA FRETTA

Ama farsi scoprire con calma, il nuovo iscritto

Nome: Daniele

Indirizzo su Me! https://www.gay.it/me/simpa.htm

Età: 26 anni

Città: Brescia

Peso e altezza: 75Kg x 185cm

Segno zodiacale: Ariete

Professione: Studente

Che CD ascolti in questo periodo? Ultimamente ho riscoperto gli "Alan Parsons Project", un gruppo spesso sconosciuto alla mia generazione, classe 70/80. Ma se si considera che Alan Parsons fu produttore dei PinkFloyd si può apprezarne una certa familiarità musicale. E poi parliamoci chiaro, "Limelight", "Eye in the sky", "Silence and I", non sono solo musica… Sono Poesie, e delle migliori

I tuoi libri preferiti? Non vorrei sembrare opportunista, vista l’imminente uscita cinematografica, ma ho sempre adorato la fantasy e "Il signore degli Anelli" che resta un capolavoro. Se poi andiamo su un genere meno sognante ma più reale, tra i miei preferiti di sempre resta "Mentre l’Inghilterra dorme" di Leavitt e il "Maurice" di Forster che è davvero stupendo (regalarmelo è stata forse l’unica cosa buona che ha fatto il mio ex). Se poi, come me amate la scienza e la fisica (e volete tirarvi un bel po’ di seghe mentali), io ho apprezzato molto "La natura dello Spazio e del Tempo", di Hawking & Penrose, qua però l’unico problema è che se non avete un’istruzione da università scientifica vi si incrociano gli occhi gia alle prime 2 pagine (io ce l’ho e mi si sono incrociati lo stesso).

E i tuoi film preferiti? Ah qua ci perdiamo. Di recenti, belli belli non ne ricordo molti, "Le Fate Ignoranti" forse, "La tigre e il Dragone" con scene e fotografie davvero stupende. Un po’ più vecchi ci sarebbe "Boys dont Cry" (di cui credo di essere uno dei pochi ad averlo voluto rivedere 2 volte, vista la tragedia che tratta… molto toccante davvero). Resto poi un inguaribile amante del surreale, fantascienza compresa, per cui a costo di ricadere nel banale, io ri-cito "Matrix" e "Dune" (vecchio ma bellissimo)… Ah, non dimentichiamoci "Il cielo sopra Berlino", "Il bagno turco" (anche qua fotografia stupenda) ecc… Questi per ora, magari se me lo richiedete domani ne tiro fuori di totalmente diversi ;o)

Sei più in forma di mattina o di sera? Ma, visto che la mattina mi alzo alle 10.30 e la sera dopo lo studio, lavoro fino alle 3 di notte (quando non rispondo a questionari), direi decisamente la sera. Anche se chi riesce a tirarmi su presto (ma chi poi?) dice che rendo di più. Mah, giorno, notte, tanto è bello lo stesso

Ti consideri gay/lesbica o bisex? azzo… la domanda fatale, manco fosse "essere o non essere?" comunque rispondi ti squadrano sempre. La verità è che non esiste l’uomo virile per eccellenza e la donna perfettamente femminile, ma ci sono infinite sfumature che vanno dall’uno all’altra, io credo di essere da qualche parte li in mezzo, più di la che di qua forse, visto che ora vorrei un ragazzo al mio fianco. Comunque questa è una di quelle domande che non bisogna mai fare agli imbecilli, non diranno mai niente di sensato, ai pazzi nemmeno perché si rischia che di cose sensate ne dicano troppe, io oscillo tra imbecillità e pazzia, come un pendolo (che paragone azzardato eh?) quindi fate un po’ voi ;o)

Quante persone sanno della tua omo/bisessualità? 5 o 6 credo

Esci spesso, la sera o nei week-end? Si abbastanza, ci mancherebbe, l’amicizia e la compagnia sono il sale della vita. Se lo chiedi ai "filosofi" ti dicono che la ricerca della felicità è il destino degli scontenti, sarà anche vero… ma anche la ricerca è destino dell’uomo, quella della felicità e dello svago, come quella di un amore. E io non penso di volere "filosoficamente" tirarmi indietro da tutto ciò

Che genere di ragazzi/e ti piacciono? mmm… altra bella domanda. Diciamo che io ho un mio genere, che ha origine da una storia che ho avuto da giovanissimo con un mio coetaneo, da allora ricerco quello sguardo in tutti i volti per la strada. Comunque non è un genere assoluto, ho perso più volte la testa per una sola frase, per il modo in cui mi veniva sussurrata e per gli occhi che la reggevano. Ma non voglio sembrare ipocrita, amo la grafica (che è anche il mio lavoro) e la bellezza, di conseguenza la ricerco anche nella gente. Preferisco ragazzi più o meno coetanei, decisi e orgogliosi, curati fisicamente e nelle idee… se dovessi riassumere in una parola direi "bastardo"; mi piacciono i ragazzi dallo sguardo duro (e l’illusione che celino un cuore fragile).

Raccontaci il tuo primo bacio. Beh, con una ragazza è successo molto tempo fa… ricordo poco, mi è saltata addosso, mi ha baciato per minuti interminabili… io l’ho stretta fortissimo a me (questo lo ricordo bene). Con un ragazzo è successo un po’ più recentemente anche qua però ricordo solo pochi particolari… era buio… ma riuscivo comunque a vederlo, lui teneva gli occhi aperti mentre mi baciava (lo so solo perché anch’io lo facevo)

Cosa guardi subito in un ragazzo o in una ragazza? Prima il taglio del volto, gli occhi in particolare, le sopraciglia, specie se un po’ accigliate… poi scendo sul resto, d’altronde lo sò di non essere un santo… Anche se ho visto più volte volti che bastavano da soli ad aprirti il cuore… Ma non li ho mai conosciuti

Hai un/una partner? No

Cosa cerchi in una relazione? Complicità e forza. Sono convinto che un sentimento forte tra due persone e il rispetto che ne viene possano nascere solo da esperienze comuni vissute assieme. Ma il problema è che spesso molti non ti danno il tempo di vivere troppe esperienze insieme, va un po’ di moda la fretta, la fretta di fare, di conoscere, di avere… senza guardare quello che già si ha. Di conseguenza, di fretta, non si ha nemmeno troppa voglia di conoscere e lasciarsi conoscere. Potrei anche voler iniziare di fretta ma frenare pian piano…. anziché fare disfare e ricominciare, come una trottola.

A quale film assomiglia la tua vita? Forest Gump

Dimmi il nome di tre personalità (viventi o del passato) che vorresti invitare a cena. Allora: Gesù Cristo (detto niente eh?), così gli faccio un casino di domande, o forse una sola… che è poi il senso della mia ricerca. La seconda è Albert Einstein, muoio dalla voglia di dirgli in faccia che le sue teorie sulla relatività erano imprecise. E la terza è Stefano, un mio amico che era scrittore e poeta, musicista, pittore e scultore, la persona più geniale e simpatica che ho mai conosciuto. Un giorno se ne è andato in un incidente, senza una poesia, senza una nota, senza una disegno. Dopo il suo funerale la sua ragazza mi regalò il suo ultimo racconto, si intitolava "Testamento di un poeta" ed erano e sono le parole più belle che ho mai letto in tutta la mia vita. Vorrei tanto potergli stringere ancora la mano per essere riuscito, per l’ennesima volta, a farmi riflettere su cose in cui pensavo non ci fosse più niente da riflettere. (E poi volete mettere una cena con Gesù, Einstein io e Stefano… prima tartassiamo il fisico e poi il teologo… uno sballo! ;o)

Un tuo segreto, una cosa che solo poche persone sanno di te? Ebbene lo ammetto, non mi piace la Nutella! (ora mi odierete)