GAY VILLAGE 2007: LA CALDA ESTATE ROMANA

Presentato l’evento gay della Capitale che ogni anno attrae migliaia di persone anche da fuori Roma. Il Gay Village 2007 ospiterà film, spettacoli, djs e tanta, tanta gente da tutta Italia.

I riflettori si accenderanno ufficialmente sabato 28 ma la campagna pubblicitaria che ne preannuncia l’apertura ha fatto già gridare allo scandalo. Il Gay Village, lo spazio GLBT dell’estate romana ormai giunto alla sesta edizione, è stato oggetto di polemiche a causa dei manifesti affissi per la Capitale: due teneri orsetti e due simpatiche bambole che si abbracciano. Troppo evocativo dell’infanzia, hanno detto dall’opposizone. Nessun rimando sessuale, rispondono dall’organizzazione.

Polemiche a parte, tutto sembra essere pronto. Dal 28 giugno al 2 settembre, nella suggestiva location del Parco delle cascate (zona Eur), il ricco programma di eventi e appuntamenti prevede spettacoli, incontri e intrattenimento.

Nel corso della ricca programmazione cinematografica saranno presentati i titoli dei più importanti gay festival italiani (Torino, Bologna e Milano). Tra gli atri, in programma, ci sono lo spagnolo Electroshock di Juan Carlos Claver, il francese Crustacés et coquillages, con Valeria Bruni Tedeschi e Jan Marc Barr, l’inglese Gypo di Jan Dunn, il primo acclamato film dogma britannico, l’americano Wild Tigers I have know di Cam Archer, prodotto da Gus Van Sant e vincitore all’ultimo festival di Milano, e il documentario Le famiglie arcobaleno di Lucia Stano e Nadia Dalle Vedove, vincitore della sezione documentari a Milano. E poi saranno proiettati anche l’argentino XXY, fresco vincitore del premio per il miglior film nella sezione Settimana della Critica e del Prix Jeunesse a Cannes 2007, il danese Soap, e Le temps qui reste di Ozon. La chiusura della rassegna, il 26 agosto, sarà invece affidata a Ferzan Ozpetek che sarà presente al Gay Village per presentare il suo ultimo lavoro Saturno Contro.

Ti suggeriamo anche  Le spiagge gay in Toscana, Lazio, Marche

Ricca anche la programmazione degli spettacoli live. Sul palco dedicato alle performance dal vivo prenderà vita una trasgressiva e colorata rassegna en travesti con incursioni nel teatro musicale, nel teatro canzone e nel teatro comico.

Dopo l’incredibile successo di Fondanela, il tormentone che ha fatto ballare l’intero teatro Ariston di Sanremo, Momo presenterà il suo nuovo cd, ingenuo e irriverente come lei; il  cantautore lirico-pop Gennaro Cosmo Parlato si esibirà in una sua personale rivisitazione del meglio e del peggio della canzonetta italiana degli anni ’80;  le modelle del Cassero di Bologna, già vincitrici dell’oscar della satira Wolfang Awards 2007, consegnato da Gene Gnocchi ne La grande notte di Rai 2, animeranno la serata "Gran Gala"; Ennio Marchetto e i suoi vestiti di carta materializzeranno nuovi personaggi; Alessandro Fullin darà un’altra prova della sua ironia tagliente e raffinata insieme a Clelia Sedda; il duo Nuzzo-Di Biase porterà il suo divertissement da Mai Dire Grande Fratello, il contenitore comico di Italia Uno; la parlamentare Vladimir Luxuria esibirà la sua doppia veste: di performer in un recital musicale e di rappresentante di una politica per i diritti civili.

Per il teatro comico centrato sul trasformismo, sarà possibile riapplaudire, fra gli altri, l’irresistibile trio Le Galline (con Katia Beni, Sonia Grassi e Erina Maria Lo Presti) del gruppo toscano di Alessandro Benvenuti e negli abiti delle due pornostar di  Mai Dire Grande Fratello, Paola Minaccioni e Federica Cifola. E ancora lo show di Alessandra Faiella in arrivo da Markette. Chiude la carrellata teatrale il 30 agosto la compagnia dei Picari con Bisex in the City, che tra morbosità e comicità tenterà di smascherare l’ipocrisia di una società con ancora troppi tabù sull’universo dei comportamenti sessuali.

Ti suggeriamo anche  Gay Village 2018, si torna a Testaccio dal 31 maggio all'8 settembre

I due dance floor si animeranno dalle 22.30 a tarda notte con  protagoniste la musica house e disco dell’avanguardia nazionale ed europea. Alla consolle house si avvicenderanno tra gli altri Chus Soler, Pablo Rivas, Francesco Belais, Nino Scarico, Nico, Paranoid Jack, Roberto Owens. Ospiti internazionali, il 5 luglio i Devotion, il gruppo più acclamato della scena notturna spagnola, in world tour con i performer Jose & Ivan-k e i djs Enrico Arghentini e Alberto Vidal, insieme a otto irresistibili go-go dancers. Il 21 luglio è attesissimo da Miami l’arrivo di Tracy Young, la Madonna delle spiagge della Florida.

Tra i dj resident del Gay Village, si alterneranno ai piatti Lusky, Paola Dee, Fabrizio Marini, Lorenzo Rossi, Andrea G – Brasc, Brezet dj, Gaia, Yuri, Valia, Sabrina, Sandrino, Lav e J Kay, collaudatissimi animatori degli appuntamenti più frequentati della capitale. 

 

di Daniele Nardini