La mia vita con Madonna, la regina del male

Alla fine l’atteso libro sulle rivelazioni del fratello di Madonna è uscito. E come preannunciato è pieno di veleni, gossip e accuse alla star. Compresa la più infamante: quella di omofobia.

"La vita con mia sorella", è questo il titolo del libro scritto da Christopher Ciccone, un cognome un mito, uscito ieri nelle librerie. La prima edizione stampata in ben 350 mila copie, come promesso, è piena zeppa di veleni, infamie e accuse contro la "sorella ingrata", come la chiama Christopher: Madonna.

E come si era ripromesso, Ciccone – gay dichiarato – dice tutto, ma proprio tutto, sui 47 anni di vita passati insieme a lei. Poco importa se nel 1993 hanno organizzato insieme un tour intero, il "Girlie Show" o se Madonna fece di lui il direttore artistico di ‘Madonna: Truth or Dare.’, documentario del 1991 sulla star.

Oggi i rapporti non sono più come una volta, forse per colpa del matrimonio con Guy, e allora… vai con le accuse. Una delle quali è diretta proprio a lui, il marito regista Guy Ritchie definito "omofobico" "Ricordo ancora il giorno delle nozze – racconta Christopher -, si divertiva un mondo a raccontare barzellette sui froci. Ecco perché mia sorella ha ostracizzato non solo me, ma anche tutte le amicizie omosessuali, dimenticando che agli esordi fu proprio la comunità gay a fare di lei una star".

Un’accusa di piombo visto il seguito di gay e lesbiche che Maddie si trascina dietro da anni e senza il quale parte del suo successo non sarebbe arrivato. Se questa e tutte le altre cattiverie di cui il libro è pieno siano invenzioni o meno non lo sapremo forse mai, ma Christopher il suo sfogo glielo voleva urlare. "Ho dato la mia fottuta vita per farti essere la regina del male che sei oggi. Quindici anni trascorsi ad ascoltare le tue puttanate, le tue egoistiche farneticazioni, il tuo mediocre talento, il cattivo gusto che rimarrà nella storia", se questo non è uno sfogo…

Ti suggeriamo anche  Russell Tovey di Looking sposerà il fidanzato Steve Brockman