Ricky Martin racconta: «da giovane ero quasi diventato omofobo»

Intervista su GQ Australia del cantante portoricano: prima di fare coming out ha avuto problemi ad accettarsi. Poi la nascita dei gemelli. “I figli mi hanno cambiato la vita”.

Ricky Martin prima di fare coming out nel 2010 era quasi “omofobo”. Il cantante ha raccontato la sua giovinezza a Porto Rico e ha ammesso di aver avuto problemi con la sua sessualità in una lunga intervista con GQ Australia che uscirà sul numero di settembre-ottobre. “Se guardo indietro – ha detto il cantante pop latino – realizzo che un tempo ero prepotente con i ragazzi gay e li allontanavo. Ho dovuto interiorizzare l’omofobia, volevo allontanare da me tutti gli omosessuali”.

Martin ha iniziato la sua carriera con la boy band Menudo quasi trent’anni fa, poi si è imposto da solista nel panorama internazionale ma oggi, ha affermeto, ritiene che la sua vita sia cambiata diventando padre di due gemelli, Matteo e Valentino, che cresce con il suo compagno Carlos Gonzalez Abells. “Non voglio che crescano in un mondo di bugie – ha spiegato nell’intervista – o che pensino che ci sia qualcosa di sbagliato nell’essere gay”. Il 41enne, di recente anche giudice del reality “The Voice” australiano, negli ultimi tempi ha deciso di cambiare la sua visione della vita e ha dichiarato: “Sono orgoglioso di dire che mi sento un omosessuale molto fortunato. Sono fiero di essere quello che sono”.

Ti suggeriamo anche  Kazuyo Katsuma, fa coming out una delle donne più potenti del Giappone