SONO DI SCENA IO!

di

Massimiliano, attore teatrale, Iscritto su Me!

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1243 0

Questa settimana la nostra non è semplicemente la presentazione di un Iscritto della Settimana, ma un vero e proprio spettacolo teatrale che ha come protagonista, anzi come attore unico, Massimiliano, il bel Mercuzio che qualcuno di voi magari ha già incontrato tra le pagine di Me! e che qualche forunato magari invece ha ammirato sulle tavole dei palcoscenici che Massimiliano calca per professione.

E’ infatti un attore teatrale, di Bologna, segno della bilancia (un segno molto… artistico, mi dicono) l’Iscritto di questa settimana. E la sua intervista davvero si snoda come uno spettacolo con colpi di scena, gags divertenti e quel tocco di follia che caratterizza la maggior parte degli artisti.

Ma vi lascio alle sue parole, decisamente più… accattivanti delle mie. Buon divertimento e… sipario!

Nome: Massimiliano

Indirizzo su Me! https://www.gay.it/me/mercuzio.htm

Età: 30 anni

Città: Bologna

Peso e altezza: 68Kg, 185cm

Segno zodiacale: bilancia

Professione: attore teatrale

Che CD ascolti in questo periodo? Classica eppure contemporanea, Arvo Part, Keith Jarreth, la 111 di Beethoven, Schnittke; rock eppure classico, Rolling Stones, Patti Smith, David Bowie; ballo su Moloko, Moby, Deus, Bjork, il trip-hop, la tarantella, la capoeira, mi stendo su Brian Eno, mi sgranchisco sulle variazioni Goldberg, canto su Cole Porter e George Gershwin.

I tuoi libri preferiti? Il maestro e Margherita, di Bulgakov; Il profumo, di Suskind. La Camerca Chiara, di Barthes; Shakespeare, Machiavelli, All’attore, di Valere Novarina. Poi molta poesia: Rilke, Cummings, Elliot, Rimbaud, Catullo. E foto e dipinti da leggere all’infinito: Schiele, Caravaggio, ManRay, Picasso, Klee, Magritte.

E i tuoi film preferiti? Vado per autori più che per film: il più sensibile, Almodovar; il più ricco, Kubrick; il più sardonico, Scorsese; il più affezionato, Allen; il più sognato, Fellini; il più sorprendente, Jodorowski; il più coraggioso, Von Trier; il più meraviglioso, Greenaway; il più imbarazzante, Moretti.

Sei più in forma di mattina o di sera? Di sera

Ti consideri gay/lesbica o bisex? gay

Quante persone sanno della tua omo/bisessualità? Tutti quelli che me lo chiedono

Esci spesso, la sera o nei week-end? La sera, dopo le prove, si beve: per forza, altrimenti non vengono le idee per la prova successiva. Quando ne ho voglia esco, che sia il week-end o un giorno feriale, poco importa. Non ho giorni fissi di lavoro. Poi, ogni tanto, fuggo. Una notte di poche notti fa sono fuggito a Napoli, a trovare un uomo bello e abbastanza impossibile che mi ha scorrazzato per la città in vespa, non prima di avermi morso su tutto il corpo. Vedi Napoli e poi muori, sbranato.

Che genere di ragazzi/e ti piacciono? Sono attratto da chi sa riposare dentro i paradossi, da chi sa essere sereno e mettere serenità, e da questa serenità germoglia il genio quotidiano, non tormentato. Già basto io, nella ormai nota parte del maudit che spezza le matite. Dunque mi piace chi sa farsi forte e bello partendo della sua vulnerabilità, e in quel luogo docile sa sempre tornare.

Raccontaci il tuo primo bacio. Mi innamorai delle sue poesie. E lo dovevo conquistare così, come lui aveva conquistato me. Gli chiesi di chiudere gli occhi e di aprire la bocca. Spalmai, col dito, miele sui suoi denti e sul suo palato. Il resto è storia di tutti i giorni. Era la prima volta per entrambi.

Cosa guardi subito in un ragazzo o in una ragazza? La luce degli occhi. Poi ascolto la voce. Poi la fisionomia del volto, poi il corpo, le mani, i piedi, che sono belli non per come sono ma per come si muovono, per come ‘diventano’, o scorrono.

Hai un/una partner? No

Cosa cerchi in una relazione? Stabilità-sorpresa. Dolcezza-forza. Contraddizione? No.

A quale film assomiglia la tua vita? 8 1/2 di Federico Fellini, un film che parla di un film che non si fa, ma che fa volare, costruire astronavi, trovare perdere ricordare.

Dimmi il nome di tre personalità (viventi o del passato) che vorresti invitare a cena. I tre che festeggiano con me il compleanno: Marcello Mastroianni, Brigitte Bardot, Caravaggio. Cuoco, Pablo Picasso; Prima Cameriera, Maria Callas; Maggiordomo, Antonin Artaud; lavapiatti, Vincent Van Gogh.

Un tuo segreto, una cosa che solo poche persone sanno di te? Sono silenzioso, anche quando parlo. Sogno silenzioso, ma nel sonno parlo.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...