In Svizzera la giornata del coming-out

Tramite svariate manifestazioni, gli organizzatori esortano gli omosessuali a uscire allo scoperto rivelando pubblicamente la loro preferenza.

BERNA – Per l’undicesimo anno consecutivo domani in Svizzera si celebra la Giornata nazionale del coming- out. Tramite svariate manifestazioni, gli organizzatori esortano gli omosessuali a uscire allo scoperto rivelando pubblicamente la loro preferenza. L’obiettivo e’ di sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi legati all’omosessualita’ al fine di abolire discriminazioni e pregiudizi.

Dalle bancarelle con materiale informativo a proiezioni cinematografiche, passando per feste e dibattiti, l’Organizzazione svizzera delle lesbiche e l’associazione gay Pink Cross organizzeranno domani azioni in dieci localita’ della Svizzera tedesca e romanda e a Triesen, nel Liechtenstein. Nessun appuntamento e’ invece in agenda nella Svizzera italiana.

Lanciata nel 1987 negli Stati Uniti, la manifestazione vide allora la partecipazione di 600mila omosessuali. Sull’onda del successo riscosso al raduno di Washington, tre anni dopo anche in Svizzera le associazioni di omosessuali decisero di promuovere azioni analoghe. La prima giornata del coming-out in Svizzera fu cosi’ tenuta a battesimo l’11 ottobre 1991 da Berna, Basilea e Zurigo.

Ti suggeriamo anche  Gemelli rifiutati all'asilo nido perché hanno due papà gay
Attualità

Bar gay distribuisce acqua ai manifestanti, e la polizia apre il fuoco – video

Polemiche in Nord Carolina a causa di un eccessivo uso della forza da parte della polizia, ai danni di un locale LGBT.

di Federico Boni