Buzz: Google dichiara guerra a Facebook. E intanto Yahoo…

Uno scontro serrato quello tra alcune delle maggiori aziende dell’IT. Prima l’annuncio di Facebook di voler lanciare un servizio di mail, poi Google lancia Buzz su Gmail e adesso arriva anche Yahoo.

I fronti sui cui le principali aziende di IT si fronteggiano quotidianamente, sono già molti, basti pensare ai sistemi operativi per smartphone, ai motori di ricerca e al recente iPad.

L’ultimo campo di battaglia è quello del social networking. Se, infatti, Facebook tiene banco incontrastato da qualche anno a questa parte ed ha anche deciso di ampliare il suo campo d’azione con il progetto Titan (che prevede un servizio di posta elettronica sul web per comunicare anche fuori dal social network), da oggi dovrà fare i conti con Google.

Proprio ieri, infatti, il colosso di Mountain View ha lanciato il suo Buzz, un nuovo servizio integrato dentro Gmail (e che può per questo già contare su mlioni di potenziali utenti) che permette di condividere in maniera rapida ed efficace mesaggi, foto, video e di seguire gli aggiornamenti dei propri contatti in tempo reale. Buzz è una sorta di via dimezzo tra un social network e un RSS che però permette di aggregare contenuti dai propri account Picasa, Flickr, Twitter, Facebook, YouTube e dal proprio Blog e condividerli con i contatti.

Le cinque funzioni principali di Buzz sono:

Creazione automatica di liste di amici (in base alle persone a cui avete scritto usando Gmail)

"Ricca e veloce condivisione" che combina fonti come Picasa e Twitter in un solo feed e permette la navigazione tra foto a grandezza naturale (non thumbnail, per intenderci);

Ti suggeriamo anche  "Urgente contrastare omofobia e discriminazioni di genere": l'appello di Elena Ferrara, prima firmataria del DDL contro il cyberbullismo

Integrazione con l’inbox (invece di mandare gli aggiornamenti via email come dovrebbe fare Facebook con il progeto Titan, Buzz ha email che si aggiornano dinamicamente con i contenuti di Buzz stesso):

Condivisione pubblica e privata;

"Buzz Raccomandati", mette i contenuti dei vostri amici all’interno del vostro stream, anche se voi non ne siete a conoscenza. Le raccomandazioni "imparano" di volta in volta in base al vostro feedback.

Buzz è già disponibile per tutti gli utenti come una nuova tab di Gmail. Naturalmente, Buzz funziona anche su dispositivi mobili direttamente da m.google.com su telefoni Android e sull’iPhone ed è in grado di riconoscere la vostra posizione solo premendo un pulsante, farvi vedere sulla mappa dove si trovano i vostri contatti Buzz e ritagliare le informazioni su cose specifiche come negozi e ristoranti della zona.

Ma a rompere le uova nel paniere e a fare il terzo incomodo, spunta oggi un nome che non sentivamo pronunciare da un po’: Yahoo! Per la precisione, parliamo di Yahoo! Mail che cerca dirifarsi il trucco e di riconquistare un po’ di visibilità con qualche nuovo servizio. Proprio a poche ore dal lancio di Buzz, da la storica webmail subisce alcuni aggiornamenti che strizzano l’occhio al social networking. Ad esempio, da ora sarà possibile evidenziare e selezionare le e-mail in arrivo dai nostri contatti più importanti senza rischiare di confonderle con lo spam, le notifiche, le mail delle lsite e tutto il resto che intasa la casella. In più, il servizio è da oggi più veloce e con spazio illimitato e permette di visualizzare online aggiornamento sulle attività di amici, familiari o semplici contatti, dando la possibilità di condividere più contenuti con le persone che consideriamo più importanti.

Gli utenti Yahoo! Mail, dopo il login, saranno accolti da due schermate: una con le mail delle persone che consideriamo più importanti e una con gli aggiornamenti delle attività online dei nostri contatti. Sarà inoltre possibile vedere un’anteprima delle foto che i vostri amici hanno caricato su Flickr, o i video caricati su YouTube, le canzoni ascoltate su LastFm, gli update di Twitter, i post scritti su Blogger e le presentazioni condivise in SlideShare, o le Applicazioni recentemente usate o installate all’interno della propria Yahoo! Mail. E cosa c’è di più "social" della possibilità di aggiornare il proprio status? Naturalmente potete fare anche questo con Yahoo! Mail.

Ti suggeriamo anche  Instagram celebra il mese del Pride con adesivi, pennarelli e muri arcobaleno

Insomma, ormai è chiaro: la guerra è iniziata e si preannuncia senza esclusione di colpi. E noi utenti non possiamo fare altro che trarne tutti i benefici.

"in collaborazione con Gizmodo"