E’ BOOM PORNO SUL TELEFONINO

di

«Sarà il vietato ai minori a far decollare la video-telefonia mobile». Parola del re svedese dell'hard. E in Olanda è già esplosa la moda delle immagini erotiche via...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1802 0

La pornografia potrebbe essere tra i principali motori della crescita della domanda di cellulari di terza generazione. E’ l’opinione dell’amministratore delegato dell’impero del porno Private Media Group. «Nelle nuove tecnologie, i servizi per adulti generalmente occupano l’80% del traffico. E’ stato così con i video, Internet e i Dvd. E’ naturale dedurre che sarà la stessa cosa con l’Internet mobile», ha detto Charles Prast in un’intervista a Reuters. La quota di mercato del porno è caduta di recente intorno al 20%, ha spiegato. La compagnia di ricerca Visiongain stima che il valore del mercato pornografico sarà di circa 70 miliardi di dollari nel 2006, dei quali 4 miliardi di dollari generati dalla telefonia mobile. «E’ una cifra raggiungibile – ha detto Prast – Vedremo che gli utenti si sposteranno dagli attuali canali, ma anche l’intero mercato crescerà. La mobilità aumenterà l’impulso a comprare, ed è anche più discreta».
La domanda di pornografia tra utenti mobili è già evidente in Olanda, dove una considerevole percentuale dell’ultimo servizio di invio di foto offerto da Vodafone è utilizzato per immagini erotiche. Un portavoce di Vodafone ha detto che la compagnia non è in grado di verificare il contenuto e non ha voluto dire se il porno ha dominato il suo servizio in Olanda. Un altro vantaggio dato dall’acquisto di materiale pornografico via rete mobile è che il cliente non sarebbe costretto a inviare i dati della carta di credito via Internet, operazione ritenuta ancora poco sicura.
Private Media Group, creata dal re svedese del porno Berth Milton, ha già accordi con operatori in Gran Bretagna, Spagna e in Europa per l’invio di sms pornografici e punta al mercato Usa. Gli operatori svedesi, che lanceranno i loro servizi 3G tra fine anno e i primi del 2004, non sono entusiasti. «Non prevediamo di commercializzare pornografia. Seguiamo i nostri principi etici», ha detto Charlotte Zuger, portavoce di Telia Mobile. «I servizi erotici hanno basse priorità. Crediamo di più in servizi come e-mail e news», ha detto Niclas Lilja, portavoce di 3, operatore controllato da Hutchison Whampoa e Investor. Secondo Lilja solo il 3% dei potenziali abbonati utilizzerebbe servizi erotici.

Visita Cellulari.it

di Cellulari.it

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...