E’ ufficiale, l’iPhone italiano sarà Tim e Vodafone

di

Come avevamo anticipato qualche settimana fa, lo smartphone di Apple arriverà presto in Italia, probabilmente entro giugno. Sarà il primo modello con la connettività di terza generazione.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
875 0

L’unico annuncio ufficiale è quello di oggi di Vodafone, ma la notizia dell’arrivo in Italia del tanto favoleggiato iPhone è trapelata  gia qualche settimana fa da fonti vicine a Telecom Italia. Per essere precisi Franco Bernabè in persona, ha siglato l’accordo con Apple per portare l’iPhone in Italia. Sarà il primo iPhone UMTS e dovrebbe arrivare entro l’estate 2008. Quello siglato da Bernabè e Jobs nel quartier generale di Apple a Cupertino, sembrerebbe un accordo davvero innovativo. Una cosa per tutte, niente esclusiva. Questo significa niente percentuale per Jobs sul traffico vocale, ma un costo più alto per il dispositivo. In compenso, Telecom avrà alcuni mesi di vantaggio sugli altri operatori di telefonia mobile, ma come anticipavamo qualche riga più in alto, Vodafone ha diffuso oggi un comunicato in cui dice che i suoi clienti potranno usare l’iPhone sulla sua rete in ben dieci paesi, tra cui l’Italia, entro la fine dell’anno.

La conferma, indiretta, che l’iPhone di casa nostra avrà la connessione 3G era arrivata da una notizia riportata dal Commercial Times, che ha sede in Cina, secondo il quale la Foxconn, l’azienda che sta dietro il primo iPhone, starebbe preparando un modello 3G per la fine di maggio. L’annuncio di Apple è previsto per l’inizio di giugno e Foxconn sta preparando la commercializzazione di tre milioni di iPhone 3G per quello stesso mese.

La versione uscita per prima negli Usa aveva una serie di lacune (ad esempio l’impossibilità di spedire MMS, la mancanza della funzione copia&incolla, l’impossibilità di sostituire la batteria e di aggiungere memoria e nessuna connettività HSDPA) che avevano deluso molto gli appassionati di Apple. Alcune sono state risolte in questo anno, altre, proprie dell’hardware di studiato dall’azienda di Cupertino, sono rimaste. Uno degli ultimi aggiornamenti, ad esempio, permette il riconoscimento della scrittura manuale. Nonostante questo, l’iPhone ha venduto 500.000 unità nei primi quattro giorni dall’esordio e da allora il ritmo di vendita ufficialmente dichiarato da Steve JObs è di 20.000 pezzi al giorno. Intanto, come era prevedibile, si sono moltiplicati i gadget: dalle custodie agli adattatori, dalle docking station a tutto quello che può venirvi in mente è già stato prodotto e commercializzato. Per non parlare di tutti gli escamotage per sbloccare il dispositivo nei paesi in cui può essere usato con un solo operatore e per utilizzare software non consentiti da Apple. 

E non possono mancare le personalizzazioni: se volete un iPhone ricoperto da 17.75 carati di diamanti, incastonati in oro bianco a 18k, al costo di 112.000 euro, il modello "Aloisson è quello che fa per voi. Se invece volete incidere con il laser una frase, un disegno o un motivo che vi piace, una ditta di Los Angeles, la Device Nine Six, lo farà per voi al costo di 20 euro. Quello che ancora non sappiamo è quanto costerà in Italia e quali piani tariffari Vodafone e Tim offriranno ai loro clienti.

"in collaborazione con Gizmodo"

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...