iTunes rimossa la censura dalla parola “omosessuale”

di

Accedendo ad iTunes da alcuni computer, la descrizione dell'app di Certi Diritti questa mattina risultava ancora censurata. Apple assicura: "Filtro eliminato, problema risolto in poche ore"

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1309 0

La vicenda sembrava essersi conclusa nel giro di poche ore e invece, ad oggi, da alcuni computer le descrizione del’app di Certi Diritti su App Store risultava ancora censurata. Nello specifico, al posto di "omosessuali" apparivano una serie di asterischi, come avevano segnalato ieri alcuni utenti.

In sostanza, mentre accedendo allo store online di Apple da alcuni computer la questione sembrava risolta, da altri invece la censura era ancora in corso.

Contattata da Gay.it Apple ha risposto che il team di iTunes aveva provveduto a togliere la parola "omosessuali" dal filtro automatico e che la descrizione sarebbe tronata del tutto leggibile da qualsiasi computer entro poche ore.

 

La vicenda risale a qualche giorno fa quando, dopo il lancio della prima applicazione per iPhone di un’associazione lgbt italiana, alcuni utenti avevano segnalato alla segreteria di Certi Diritti l’anomalia nella descrizione, ovvero la lunga fila di asterischi al posto della parola "omosessuali". Immediata la reazione dell’associazione che aveva chiesto spiegazioni ad Apple. E mentre già ieri la questione sembrava risolta, ad oggi ancora da alcuni computer gli utenti continuavano a vedere quei fastidiosi asterischi al posto di una parola che davvero non ha alcuna ragione di essere censurata.

Al momento, in seguito ad un controllo fatto mentre scriviamo, sembrerebbe che la censura non sia più visibile da alcun computer.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Pro Vita, la Sindaca Raggi fa sparire gli osceni manifesti omofobi: 'offendono tutti i cittadini'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...