L’APPARECCHIO INVISIBILE

di

Ecco una terapia ortodontica che permette di "raddrizzare i denti storti" per mezzo di speciali mascherine assolutamente trasparenti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2922 0

L’ortodonzia invisibile è una terapia ortodontica che permette di “raddrizzare i denti storti” per mezzo di speciali mascherine assolutamente trasparenti. Queste mascherine trasparenti vengono sostituite man mano che i denti si spostano, e cioè all’incirca ogni 2/3 settimane.

Il meccanismo d’azione per il quale l’apparecchio invisibile riesce a spostare i denti consiste essenzialmente nel fatto che la mascherina trasparente abbraccia completamente tutti i denti e sui denti che devono essere spostati la mascherina esercita una lieve pressione nella direzione desiderata, determinando uno spostamento di circa 0,25 millimetri. Dopo circa 2 settimane si passa alla mascherina successiva che sposterà i denti “storti” all’incirca di un altro quarto di millimetro.

Questo va avanti fino a che i denti non hanno raggiunto la posizione desiderata.

Grazie allo studio preliminare ed alla tecnologia in 3D durante la fase iniziale di studio al computer è possibile vedere quale sarà il risultato finale. Eventualmente può essere possibile per il paziente decidere con il medico di apportare delle modifiche in modo che, ad esempio, il risultato estetico finale sia leggermente diverso.

Questa tecnica è conosciuta da moltissimo tempo, ma solamente negli ultimi anni ha avuto un notevole sviluppo anche grazie all’uso del computer. Oramai la ricerca scientifica e clinica ha provato l’efficacia e la validità dell’ortodonzia invisibile, infatti ad oggi circa 60.000 persone nel mondo sono già stati curati o sono in corso di trattamento con questa nuova terapia.

L’apparecchio invisibile essendo molto sottile e completamente aderente ai denti non comporta problemi di dizione o di altro tipo e permette fin dalle prime ore di abituarsi facilmente ad esso.

La durata del trattamento dipende dalla difficoltà del caso personale, e quindi dagli spostamenti dentali da realizzare.

In funzione della difficoltà del caso clinico è possibile determinare la possibilità di utilizzare questa tecnica e quindi la durata e il costo del trattamento. In generale la terapia ha la stessa durata delle tecniche ortodontiche classiche, e cioè da uno a due anni e mezzo.

La novità rispetto alle terapie fisse tradizionali:

Le terapie ortodontiche fisse classiche prevedono l’applicazione di piastrine metalliche o di porcellana sulla superficie esterna dei denti, oppure, nel caso dell’ortodonzia linguale, sulla superficie interna dei denti.

Alcuni pazienti riferiscono che le prime due soluzioni hanno l’inconveniente di essere piuttosto antiestetiche, mentre l’ortodonzia linguale può risultare fastidiosa. Per questi motivi c’è chi preferisce lasciare i “denti storti”, anche se questo può comportare dei seri problemi non solo sul piano estetico, ma anche a livello occlusale e nel corretto mantenimento dell’igiene dentale e gengivale.

La novità rivoluzionaria rispetto alle terapie fisse tradizionali metalliche o di porcellana consiste nel fatto che gli apparecchi invisibili contengono già al loro interno la “regolazione” per poter spostare i denti. È quindi sufficiente passare da un apparecchio a quello successivo per poter andare avanti con il prossimo spostamento.

Tra i vantaggi di questa tecnica sicuramente c’è quello estetico, per cui è difficilissimo che qualcuno si accorga della presenza di un apparecchio ortodontico anche se si sta’ ridendo apertamente durante la normale conversazione.

Vi è un altro vantaggio molto pratico che è quello dell’igiene e della masticazione: durante i pasti e quindi durante la pulizia dei denti che segue è possibile togliere l’apparecchio.

Per verificare la straordinaria estetica dell’apparecchio invisibile e la sua assoluta compatibilità con la normale vita di relazione questa tecnica consente di “indossare” un apparecchio invisibile dimostrativo non terapeutico.

Tra gli svantaggi possiamo dire che non tutti i casi possono essere risolti con questa metodica.

Inoltre questa terapia è indicata solo per le persone adulte e per i ragazzi a partire dai 15/17 anni.

Anche il costo è generalmente superiore a quello dell’ortodonzia tradizionale e và dai 5.000 agli 8.000 euro per la terapia completa.

Oggi l’ortodonzia invisibile costituisce un mezzo in più per raggiungere il benessere e la salute dentale, ed è rivolta soprattutto a quelle persone che hanno rinunciato a risolvere le loro problematiche con le tecniche tradizionali.

Ortodonzia invisibile ed apparecchio invisibile sono marchi registrati

Per maggiori informazioni clicca qui

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...