Nasce l’Unconventional e rivoluziona la comunicazione

Appena nata, la community degli Unconventional rimpiazza subito i superficiali Metrosexual. Sono migliaia, e con l’aiuto dei giganti della comunicazione stanno rivoluzionando il modo di interagire.

Non tremate, sono arrivati gli Unconventional che, nonostante l’aspetto all’apparenza bizzarro, i tatuaggi e i piercing vengono in pace. Sono giovani adulti guidati dalla ricerca continua di stimoli e da un’insaziabile sete d’informazione. Mossi dal desiderio di affermare le loro stravaganti personalità, stanno cambiando il modo di interagire. Sono da subito riusciti a farsi notare al punto che il mondo della comunicazione ha cominciato a rivolgere la propria attenzione alle esigenze di questa nuova, numerosa "tribù" che nutrendosi di internet, blog e social network esplora ogni possibile mezzo per entrare in contatto con gli altri non-simili.

C’è chi si chiede se c’era davvero bisogno dell’Unconventional dopo che Sex and the city aveva da poco definito la figura del metrosexual: uomini eterosessuali, tendenzialmente metropolitani, curatissimi nell’aspetto e vittime della moda. Se molti si riconoscono in questa "etichetta", moltissimi altri non amano essere messi in relazione con il narcisismo né vogliono essere categorizzati in base al proprio orientamento sessuale. Gli Unconventional, infatti, non rinnegano l’estetica ma la ritengono il mezzo attraverso il quale esprimere il proprio io. Anche nei confronti del sesso hanno un atteggiamento completamente diverso, più aperto e consapevole, che li rende disponibili a esplorare la propria parte maschile quanto quella femminile. Anzi, si divertono a sdrammatizzare i ruoli precostituiti per aumentare il mistero attorno alla loro figura, in modo da invitare l’altro ad indagare con maggiore interesse su tutto quello che un individuo può rappresentare.

Ti suggeriamo anche  "Urgente contrastare omofobia e discriminazioni di genere": l'appello di Elena Ferrara, prima firmataria del DDL contro il cyberbullismo

Anche un gigante della telefonia come Tim ha scoperto la sua anima Unconventional e si è messo alla ricerca di soluzioni alternative che riescano a soddisfare le esigenze di tutti coloro che si sentono, almeno un pò, fuori dalle righe. La soluzione esiste e si chiama MY. Creata su misura per tutti coloro che si ritengono non-convenzionali, MY permette di chiamare e videochiamare gli altri Unconventional ad 1 centesimo al minuto, scambiare sms a 5 centesimi e mms a 10 centesimi. L’offerta permette inoltre di accedere ad internet, il mondo parallelo in cui non esistono distanze né confini, in cui tutti sono uniformemente diversi e hanno il diritto di esprimersi in forme non ancora conosciute. Con MY è possibile navigare con solo 1 € a settimana, niente rispetto alle potenzialità che la combinazione della rete grazie ai cellulari di ultima generazione riesce ad offrire. Facebook, instant messaging ed e-mail sono gli strumenti con cui gli Unconventional promettono di conquistare il mondo e la loro arma segreta è sicuramente la personalità.

Scoprire la propria anima non-convenzionale è facile. Basta accedere al sito www.mondomy.it, sfogliare le gallery e scoprire il mondo Unconventional per riconoscersi o meno in questo nuovo trend e usufruire dei vantaggi che il mondo della comunicazione ha deciso di riservare alla community alternativa che guarda al futuro portando con sé solo il meglio del passato.