OCCHIO AI TUOI SOLDI

di

Come fare un bilancio personale e seguirlo

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1445 0

Avete il problema di non riuscire a controllare le vostre finanze? Sappiate che non siete i soli: migliaia di persone, soprattutto tra i gay, tradizionalmente abituati a una vita da single e spesso un po’ spendacciona, sono nelle vostre condizioni. Ma c’è un sistema per correre ai ripari, quando sentite che la situazione economica vi sta sfuggendo di mano: redigere e tenere sott’occhio un bilancio dei vostri soldi. Vi mostriamo come fare.

Il primo passo da affrontare è cercare di compilare un profilo il più realistico possibile delle vostre uscite: in pratica si tratta di fare mente locale a tutti i modi in cui i vostri soldi escono dalle vostre tasche. Per fare questo, potete seguire questo metodo:

1. Prendete otto fogli di carta, ne userete uno per ogni settimana, realizzando un monitoraggio che duri due mesi circa. Così eviterete di condizionare il tutto con spese straordinarie.

2. Cominciate la vostra registrazione di domenica, scrivendo in cima al primo foglio la data di quella domenica.

3. Portate sempre con voi il foglio.

4. Registrate tutte le spese che fate, sia in contanti che in modi alternativi (assegni, bancomat) ma senza registrare i pagamenti per carta di credito. Quello che vogliamo creare è un ritratto di dove vada il vostro contante.

5. Alla fine della settimana mettete da parte il foglio e prendetene un altro, ricominciando dal punto 2.

6. Alla fine delle otto settimane, registrate tutte le spese stagionali, annuali o semestrali che fate ma che non avete fatto nel periodo di otto settimane: le più frequenti sono tasse di proprietà, abbonamenti a riviste e giornali, assicurazione e bollo auto, assicurazioni personali, tasse o spese stagionali come quelle per i regali di Natale.

Ora dobbiamo, allo stesso modo, di registrare le entrate mensili. Su un altro foglio potete scrivere tutti i lavori per i quali percepite un salario, le entrate dovute a rendite come quelle agricole o a commissioni di vendita, e altre entrate come premi di produzione, dividendi e interessi, alimenti, pensione, assistenza pubblica, ecc. Scrivete, quindi accanto ad ogni voce la relativa somma che percepite mensilmente, o la media delle ultime dodici mensilità nel caso non si tratti di un entrata regolare. E’ importante che segniate l’entrata netta, togliendo tutte le deduzioni. Segnate anche la periodicità dell’entrata, cioè se avviene settimanalmente, mensilmente, annualmente, ecc. Quindi moltiplicate o dividete l’entrata netta per riportarla a un’entrata mensile: ad esempio, se si tratta di un entrata settimanale, moltiplicatela per 4, se di una somma che percepite ogni sei mesi, dividetela per 6, uno stipendio che comprenda 14 mensilità, moltiplicatelo per 14 e dividetelo per 12, ecc. Alla fine sommate tutte le entrate per ricavare la vostra entrata media mensile.

Abbiamo ora a disposizione uno schema delle vostre entrate e delle vostre uscite: dobbiamo creare un bilancio, un progetto di budget, per controllare le spese eccessive e aiutarci a mettere da parte qualcosa. Proseguiamo così:

1. Trascriviamo su un foglio le categorie in cui si suddividono le nostre uscite. Inoltre sommate le uscite che avete registrato nei due mesi, corrette con le spese stagionali, semestrali o annuali per ciascuna categoria

2. Su un altro foglio segnate alla sinistra ancora l’intera lista di categorie di spesa. Questo sarà il foglio del vostro budget.

3. Fate su questo foglio tredici colonne, la prima delle quali sarà la spesa "Programmata" e le altre dodici saranno assegnate ciascuna a un mese dell’anno. Ovviamente cominciate col mese prossimo.

4. Per ciascuna categoria programmate la vostra spesa mensile, basandovi sull’analisi che avete condotto nei due mesi e sulla previsione relativa a spese stagionali. In pratica si tratta di dividere le spese registrate nei due mesi per due, le spese annuali e stagionali per 12, quelle semestrali per 6 ecc.

5. Il risultato di questo calcolo va trascritto nella colonna "Programmata" del vostro foglio.

6. Sommate tutte le spese previste e trascrivete la somma in fondo alla colonna "Programmata", e scrivete sotto anche il totale delle vostre entrate mensili.

7. Fate la differenza.

A questo punto potete avere una prima immagine della vostra situazione finanziaria: se le spese sono maggiori delle entrate, beh, chiaramente dovete trovare il modo di tagliare le spese oppure di aumentare le entrate. La seconda opzione è un po’ più difficile: si tratta di trovarvi un nuovo lavoro meglio retribuito o di pensare a fare due lavori. Diciamo che nella maggior parte dei casi la prima cosa da fare è di cercare di ridurre le spese: per fare questo vi suggeriamo di guardare quali sono le categorie che potete tagliuzzare senza privarvi di nulla di sostanziale, piuttosto che eliminare del tutto alcune categorie.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...