PIANIFICAZIONE GAIA

di

Consigli gay per gestire il risparmio

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
721 0

Vento gelido dalla Finlandia

L’avvenimento che più ha caratterizzato la settimana finanziaria è stato senza dubbio il terremoto causato dal gigante finlandese Nokia, che pubblicando le stime sul fatturato del secondo semestre ne ha previsto consistenti riduzioni mostrandosi preoccupata sul futuro immediato del comparto; tali affermazioni hanno provocato uno scossone che ha presto contagiato i titoli high-tech propagandosi poi a macchia d’olio su tutte le borse, archiviando quindi l’ennesima settimana col segno meno.

Ad appesantire il clima sono inoltre ricomparse in Europa tensioni sul fronte prezzi, che favoriti dal caro petrolio e dalla debolezza della moneta unica, si sono surriscaldati come da tempo non accadeva rendendo più realistico lo spauracchio inflazione.

Alcune voci stanno diffondendo il sentore di un possibile sostegno della Bce, ma a Francoforte per il momento le bocche sono cucite ed i volti rimangono fiduciosamente impassibili.

La situazione generale quindi rimane sostanzialmente invariata, e le perplessità sull’economia sempre presenti nei pensieri degli investitori.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO

Sentiamo parlare spesso di pianificazione finanziaria, cioè di quell’insieme di soluzioni atte a soddisfare i bisogni economici presenti e futuri di una famiglia; ebbene, non pensiamo che tale processo sia principalmente rivolto alla tradizionale famiglia etero solo perché siano presenti dei figli.

E’ risaputo che il popolo gay si ritenga lontano da tale modello familiare ed invogliato a godersi la vita più degli altri trattando con sufficienza l’accumulo dei risparmi, ma anche e soprattutto per noi omosessuali è importante risparmiare con criterio ed organizzare le nostre finanze per una serie di motivazioni.

In primo luogo, visto che lo Stato non garantirà più in futuro (o almeno così sembra) un appoggio incondizionato a tutte le categorie sociali, e preferirà maggiormente le famiglie con prole o "vaticanamente" parlando normali, sentiremo ampliarsi la necessità di avere sicurezza dal punto di vista finanziario senza dover aspettare aiuti di vario genere, ed anche nel caso in cui avessimo un partner dovremo cautelarci dato che le leggi sulle coppie di fatto giacciono insabbiate in fondo all’oceano.

In altre parole i punti salienti che dovremmo prendere in considerazione per una buona programmazione finanziaria sono i seguenti:

– Ottimizzate le entrate e le uscite di cassa comprendendo la vostra capacità di risparmio.

– Datevi dei budget e fissate delle mete.

– Cercate di risparmiare almeno il 20/30% dei nostri guadagni stringendo un po’ la cinghia soprattutto in giovane età.

– Ponetevi come obiettivo l’acquisto di una abitazione.

– Nella scelta degli investimenti garantitevi una parte di liquidità per spese improvvise e suddividete la restante con sufficiente diversificazione.

– In presenza del partner fate testamento, stipulate una polizza caso morte e cointestate i beni che consentono simile atto.

– Integrate la pensione.

Infine mie care non soffrite se ogni tanto evitate di togliervi una voglia, una camicetta in meno adesso magari in futuro ci potrà essere utile!

di Sirio Belli

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...