“Promised land”: la fiaba LGBT per bambini

Il progetto ha lo scopo di aiutare i bambini a crescere nell’accettazione di chi è diverso

Adam Reynolds e Chaz Harris, due scrittori dilettanti residenti a Wellington, in Nuova Zelanda, stanno realizzando un progetto fantastico per sensibilizzare i bambini al fatto che esistono relazioni diverse oltre a quelle eterosessuali e per aiutare i genitori ad affrontare il discorso con serenità: una fiaba con protagonisti omosessuali.

promised-land-2
La fiaba “Promised land” aka “Terra promessa”, parla di Jack, un pastore campagnolo e Leo, un principe: i due si innamorano perdutamente dopo essersi conosciuti nella foresta. I disegni sono stati realizzati dall’illustratore Christine Luiten, e il processo di realizzazione è tutto pubblico e attualmente in corso: infatti i due, per finanziare il loro ambizioso progetto, hanno lanciato un crowdfunding su Kickstarter per raggiungere la cifra di 25.000 dollari. Sembra spropositata, ma in realtà i soldi occorrono per pagare il grafico, impaginare il libro e realizzare il layout, oltre che stamparlo. Se i due riusciranno a raggiungere la cifra entro il 14 aprile, il libro verrà pubblicato l’11 ottobre, Giornata Nazionale del Coming Out.

promised-land-3La cosa interessante del libro è che non ci si sofferma sulla sessualità: esistono già alcune (ben poche) fiabe a tematica LGBTI, ma queste tendono a concentrarsi sugli aspetti più prettamente fisici e a chiarire determinate cose anche riguardo al sesso. Qui, invece, si parla solo di amore: “Quando iniziammo a cercare favole illustrate LGBTI, ci accorgemmo che molte di loro erano piuttosto letterali e più concentrate sulla sessualità che sulla storia. La nostra fiaba invece parla solo di due personaggi principali che sono giovani uomini che si innamorano a prima vista, e nessuno si domanda perché.
Se l’obiettivo verrà raggiunto, i due apriranno un nuovo crowdfunding per realizzare anche un audiobook e un’app animata e interattiva per iPad: i costi però si alzerebbero e arriverebbero rispettivamente a 35.000 e 45.000 dollari.

Ti suggeriamo anche  Lo studio dell'università di San Diego: l'1% dei bambini dice di essere gay o trans

Se volete contribuire a questa fantastica causa potete farlo qui, la cifra è stata quasi raggiunta e manca davvero poco!