Pansessualità: un nuovo significato di bisessualità?

La Youtuber ShantiLives prova a spiegare il significato di pansessualità in un suo video

Pansessualità e bisessualità sono due termini con simile significato, ma il primo risulta essere più inclusivo e non accettare il binarismo di genere presente nel secondo. La Youtuber ShantiLives, della quale avevamo già parlato, prova a spiegarne il significato in un suo video.

Stando all’etimologia, bisessualità (da bi=due) significa attrazione e/o sentimenti rivolti verso entrambi i generi, considerando i generi come due. Il termine pansessualità, da pan=tutto, parrebbe avere un significato più esteso e nuovo, sicuramente più attuale rispetto al primo termine.

shantilives_capelli_rosa_youtuber

Se il punto di vista da cui si guarda il mondo è cambiato e ha portato qualcuno al rifiuto del binarismo di genere, ovvero la parola bisessualità, perchè modellata ancora su una società in cui i generi possibili e immaginabili sono sostanzialmente due, essa può essere ritenuta “superata” o poco inclusiva tanto da dover mutare, per qualcuno, nel termine pansessualità. Le società, dopotutto, cambiano e con loro i termini usati per spiegarle.

shantilives_bisessualità_vs_pansessualità

Come ricorda ShantiLives, parlando di sé stessa e dei suoi gusti, non è detto che tutte le persone bisessuali sentano attrazioni nel corso della loro vita per persone non-binarie, e chiunque ha sempre diritto ad avere il libero arbitrio di autodeterminarsi.

Nel 2.0, infatti, abbiamo appreso che i generi sembrano essersi moltiplicati, come le persone che ne fanno parte. I corrispettivi termini per definire i generi sono anch’essi in aumento, si pensi a parole come gender bender, gender queer o gender fluid, che ricordano come la fluidità di genere (e orientamento) sembri essere il fil rouge di questi cambiamenti.

Ti suggeriamo anche  Beth Ditto, contro ogni convenzione: la musicista diventa attrice per Gus Van Sant

shantilives_youtuber_bisessuale

Oggi anche gli orientamenti sessuali sono in aumento e mutazione. Oltre all’ aumento dei bisex e delle bisex specie in fase adolescenziale, c’è chi si definisce omnisessuale, polisessuale o sapiosessuale, ovvero attratto principalmente dalla mente delle altre persone, talvolta a prescindere dal loro genere.

Visti i presupposti, per ben comprendere la sessualità oggigiorno, sembrerebbe necessaria una buona dose di elasticità mentale, morale e il bisogno di abbandonare la pretesa di potersi sempre spiegare tutto.