Lgbt e PA: due giorni per fare il punto

Come si rapportano le pubbliche amministrazioni con i temi dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere? A Firenze si terrà una due giorni per condividere le “buone pratiche”.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

È definitivo il programma della due giorni di READY, la Rete degli Enti Locali contro le Discriminazioni per Orientamento Sessuale e Identità di Genere, che la Regione Toscana, col patrocinio della Ministra per i Diritti e le Pari Opportunità, organizza a Firenze il 26 e il 27 ottobre

Si tratta di una straordinaria occasione per mettere in rete le buone pratiche di amministrazioni pubbliche e/o di associazioni lgbt in tema di orientamento sessuale e identità di genere.

L’ingresso agli eventi è gratuito, dietro semplice registrazione. In ognuno dei workshop sono possibile interventi delle associazioni lgbt, oltre a quelli già previsti nel programma.

A margine del convegno, tre mostre: la prima che raccoglie le migliori campagne di comunicazione realizzate nel mondo sulla tematica lgbt, la seconda dell’artista islandese Dagnys e la terza con un lavoro sulle pari opportunità realizzato da Sergio Staino.

L’indirizzo web per aggiornamenti è http://www.primapagina.regione.toscana.it/identitasessuale-lgbt

 

 

Ti suggeriamo anche  Le spiagge gay in Toscana, Lazio, Marche
Omofobia

Pillon, interrogazione parlamentare in difesa dell’avvocatessa che aveva detto “i gay sono malati”

Persino il consiglio dell’ordine degli avvocati di Mantova aveva preso le distanze dalla donna, che aveva scritto sui social "l’omosessualità è un disturbo psichiatrico e che chi ne è affetto non può lavorare a contatto con i minori, altrimenti questi disturbati trasmetteranno il disturbo nelle scuole".

di Federico Boni