Come fare per avere una barba perfetta

Bastano due semplici passaggi.

Lunga, corta, appena accennata, con o senza baffi:  in qualsiasi variante, il must-have maschile degli ultimi anni è indubbiamente la barba.

Lanciata dagli hipster, i primi a rispolverare questo grooming anni ’70, con la complicità delle passerelle, ha ripreso ad essere di super tendenza dal 2015 e continua a restare in auge, icona dell’uomo che vuole affermare orgogliosamente la propria virilità.

Da David Beckham al principe Harry, questo look ha conquistato tutti, ma, per ottenere quell’effetto finto incolto da intellettuale trasandato ma estremamente sexy, occorre una cura quotidiana con i prodotti giusti.
In realtà, bastano due semplici passaggi e la vostra barba sarà perfetta in qualsiasi modo vorrete tenerla.

Prima di tutto l’olio: spalmatelo sulla pelle e poi sui peli, almeno due volte alla settimana.
L’olio evita che la vostra barba assuma la consistenza del filo spinato oltre ad idratare la pelle.
Sul podio dei migliori olii da barba ci sono: l’Oliver and Jenkinkson Beard Oil, prodotto da una casa londinese specializzata in olii essenziali;
il Tree Ranger Beard Oil, alle essenze di eucalipto e pino, al 100% naturale;
e infine  il The Bearded Man Company, sempre inglese, estremamente lisciante, disponibile in più fragranze.
Un’alternativa più economica è il classico olio di Argan.

E poi, ma solo per le barbe più lunghe, via di cera: serve a mantenere la giusta direzione dei peli, e a dare un aspetto ordinato alle barbe più incolte e difficili. Il trasandato deve essere finto per piacere, altrimenti meglio un look shaved. Da provare, tra le tante, la Veerappan di Lush, la Moustache Wax di Taylor, iperprofessionale al profumo di lavanda e ideale per lo styling dei baffi, e la Captain Fawcett, disponibile in più fragranze.