G-Style n°2

Cavalli cheap per H&M, il nuovo Breil e la pubblicità sexygay del nuovo D&G Time. E ancora: Beckham in mutande per Armani e le Aidas extra lusso. Nuovo appuntamento per le vittime della moda.

Roberto Cavalli si presta ai grandi magazzini

Clamore, scalpore oppure diabolica trovata commerciale? A far parlare di sé è sempre lui, il toscano Roberto Cavalli. Questa volta lo scossone al mondo della moda italiana viene dal basso, dalla grande distribuzione. Per la precisione dai "grandi magazzini"  H&M, nota catena mondiale di moda low prices. Il noto stilista ha appena firmato una linea di abiti ed accessori per la multinazionale svedese e, a giudicare dalle lunghe file fuori dei negozi, il successo non si è fatto certo attendere. Abiti maculati dai toni provocatori e dai connotati tipici Cavalli che già fanno parlare la stampa di mezzo mondo. Roberto Cavalli è dunque il primo stilista italiano ad approdare alla grande distribuzione. Iniziative come questa non sono nuove al noto brand H&M. Già altri nomi celebri della moda internazionale come Karl Lagerfeld, Victor&Rolf, Stella McCartney e Madonna avevano firmato linee di abiti ed accessori catalizzando una forte attenzione dei media e creando rumore pubblicitario gratuito, parola chiave alla base di questo strano matrimonio che tanto fa discutere. Si definisce chic qualcosa che in realtà è solo cheap. In attesa di nuovi temerari stilisti pronti a prestare il loro nome alla grande distribuzione non ci resta che accaparrarci qualche pezzo di questi Roberto Cavalli low cost.

Link: http://www.hm.com/it/

Toglietemi tutto… ma non il my Breil

Il noto marchio italiano, leader nel mondo in orologi, gioielli ed accessori, continua la tradizione comunicativa regalandoci un altro 30" di raffinata bellezza. Testimonial internazionale d’eccezione Charlize Theron, attrice premio Oscar dalla bellezza disarmante. Lo spot è raffinato ed elegante, proprio come l’orologio che presenta, Eros, dalla cassa in acciaio trattato in IP light gold pink oppure black. Ma la vera star di questo spot di grande magia è la sensualità della bionda Theron che percorre un corridoio rosso e si lascia trasportare da mille mani di altrettanti uomini, sulle note di Pensiero Stupendo di Patty Pravo. Un connubio questo che regala all’orologio Breil un successo natalizio assicurato. Vi chiedete il prezzo di così tanta bellezza? Orologio Breil Eros: 285 € circa, Charlize Theron: indefinito.

Link: http://www.breil.com/

 

 

David Beckham underwear version

Anche se ormai un oceano lo separa dalla sua ex patria europea, David Beckham non sembra mollare la scena. Dopo il suo poco felice approdo al calcio americano, e più precisamente a Los Angeles, il bel David sembra tornare a fare quello che sa meglio fare, l’uomo copertina. Si vocifera infatti di una sua prossima apparizione come testimonial d’eccezione per Giorgio Armani, suo amico. Armani intende svestire il giocatore per la sua linea underwear. Come dargli torto? La scelta di schierare in campo proprio il numero uno inglese è perfetta. Uno a zero per Armani. 

Link: http://www.davidbeckham.com/

D&G, ancora uno spot ambiguo

Puntuali come uno dei loro migliori orologi, Domenico Dolce e Stefano Gabbana si apprestano a consacrare, commercialmente parlando, anche questo Natale presentando proprio in questi giorni la nuova linea D&G Time e Jewels. Come tutti gli anni, con l’avvicinarsi delle festività natalizie, si moltiplicano gli spot di profumi ed accessori di lusso, legati ai grandi nomi della moda internazionale. I nostri italianissimi Dolce & Gabbana non sono da meno e lanciano questi splendidi gioielli , già tendenza, con uno spot nuovamente ambiguo. Già, perché i due sembrano  essere affezionati a questo tipo di pubblicità ed anche a questo tipo di target, quello gay appunto, sempre pronto a spendere per i suoi abiti e accessori. Giovane, disinibito e sessualmente emancipato. Se ripercorriamo brevemente le campagne pubblicitarie televisive D&G troviamo diverse testimonianze della loro voluta ambiguità sessuale. Gia nel 2003 con lo spot D&G Time e la base Gimme More di Dale Arden, in uno strip un ragazzo infila il suo orologio negli slip mentre l’altro ammicca. Nel 2006 uno scambio di orologi e baci sulle note degli Stylophonics in Baby Beat Box crea scandalo. Ed adesso, nel 2007, tocca ad un ragazzo ed una ragazza correre per le vie di una metropoli, in ritardo al loro appuntamento e trovare il bacio dell’altra metà. Naturalmente dello stesso sesso. Tre spot, tre provocazioni che sottolineano il messaggio chiaro di Dolce & Gabbana. In fatto di tempo i loro orologi sono già avanti.

Link: http://ita.dolcegabbana.it/jewels.asp

 

Adidas. Sempre più stile nello sport

La collezione che Adidas ha pensato per il 2008 è davvero ricca di sorprese. Novità legate allo sport, penserete voi, ed invece no, o meglio, non solo. Adidas, come molti altri noti marchi sportivi, sta ridisegnando il mondo dell’abbigliamento legato allo sport, sempre più ricco ed esigente. Testimonial d’eccezione sono gli sportivi ricchi e famosi, clienti sempre più attenti al dettaglio e disposti a spendere qualcosa in più per l’esclusività dal prodotto. La comodità può dunque sposare il concetto di stile e di moda? A quanto pare si, e Adidas ha capito come. Inanzitutto stringendo una partnership con Stella McCartney, nota stilista brava ed acclamata da New York a Milano. Dal suo gusto è nata una linea di abbigliamento sportivo che prende proprio il suo nome. In secondo luogo Adidas pone l’attenzione sui problemi legati all’ecologia e crea una linea di prodotti che guarda proprio a questo fenomeno. Grun, coì si chiama, promuove e sensibilizza l’attenzione sull’ambiente attraverso prodotti ottenuti con materiali riciclati o naturali al 100%. Una trovata di grande impatto sociale che non possiamo non appoggiare. Altra novità è la linea dedicata alle oramai imminenti Olimpiadi di Pechino 2008, dai colori sgargianti ispirati alle molte discipline che si disputeranno la prossima estate.  Colori accesi e solari, fino ad arrivare all’argento e all’oro simbolo delle molte medaglie, ambizione di qualsiasi atleta olimpico. Adidas dunque ridisegna lo sport, quello fatto di fatiche, gioie e anche di un pizzico di stile, caratteristica fondamentale di ogni campione che si rispetti.

Link: http://www.adidas.com

di Daniele Santori