Gian Maria Sainato: modello fashion blogger che il Giappone ci invidia

Dalle passerelle al web fino a Vogue Giappone. I consigli per l’estate di Sainato.

Studente, ma soprattutto modello, Gian Maria Sainato è il primo modello italiano ad avere abbinato alla passione per le passerelle quella per il web aprendo un blog in cui dà imperdibili consigli di moda, ma in cui racconta anche i suoi viaggi tra le passerelle e le celebrity del mondo della moda internazionale. Il suo successo, testimoniato anche dai 40.000 follower su Instagram, sia come fashion blogger che come modello, lo sta portando molto lontano. A notarlo, sono stati anche gli osservatori asiatici che guardano sempre con molta attenzione al Made in Italy. Gian Maria, infatti, apparirà sulle pagine del numero di giugno di Vogue Giappone.

Lo abbiamo incontrato per farci raccontare un po’ di sé e farci dare qualche consiglio per la stagione estiva che sta per cominciare.

Quando e da cosa nasce il tuo amore per la moda?

Da quando ero piccolo grazie a mia madre e a tutti i suoi amici che fanno parte del mondo della moda; ricordo ancora della miaprima sfilata quando avevo 7/8 anni.

Come sei entrato nel mondo della moda?

Sono entrato seriamente nel mondo della moda 2 anni fa grazie a delle foto mandate ad alcune agenzie di Milano.

Cosa ti attira di più delle passerelle?

L’adrenalina, l’emozione, e alla fine una piacevolissima sensazione di tranquillità.

Ti suggeriamo anche  Lacoste collabora ad una nuova collezione con Disney

E cosa, invece, proprio non sopporti?

Della moda non sopporto la falsità, e vi assicuro che in questo mondo ce n’è troppa!

Perchè hai deciso di abbinare alla tua professione di modello, l’hobby del blogger?

Mi è venuta l’idea di aprire un blog sulla moda e soprattutto sui miei outfit e sul mio stile dopo un viaggio a Londra, così per caso, ma non sapevo che ci fossero già altre persone che lo facessero.

Pensi che la moda italiana sia ancora la Moda per eccellenza?

Sì è ancora la moda per eccellenza, e me ne accorgo soprattutto quando vado all’estero. Il nostro Made in Italy è sempre apprezzato e piace moltissimo. Dobbiamo essere fieri ed orgogliosi di questa cosa!

Qual è il capo di abbigliamento di cui non puoi proprio fare a meno? Insomma, se dovessi andare su un’isola deserta e potessi portare con te solo 5 tra capi d’abbigliamento e accessori, cosa sceglieresti?

Porterei sicuramente: i miei adorati slip, una camicia bianca, uno short, sneakers e canotta.

E quello che non indosseresti mai neanche sotto tortura?

I leggins da uomo, le tute a cavallo basso e i boxer.

C’è un capo d’abbigliamento o un accessorio che t’ha fatto sentire in imbarazzo ma che hai dovuto indossare per forza? Quale?

Non metto mai qualcosa che non mi piace, anche se fosse una collaborazione con qualche brand scelgo sempre quello che mi piace di più.

Ti suggeriamo anche  Costumi da bagno, i migliori dell'estate 2017

Come definiresti il tuo stile?

Lo definirei molto personale e camaleontico, il mio mood influenza molto il mio modo di vestire durante il giorno e cambia costantemente.

Infine, un consiglio ai lettori di Gay.it: cosa non deve assolutamente mancare nel guardaroba per l’estate 2014?

Per la prossima estate non devono assolutamente mancare:

– Camicie floreali/coloratissime

– Canotte larghe in colori neutri

– Sneakers di tutti i colori

– Costumi a pantaloncino (corti)

– Occhiali da sole con lente a specchio.