L’Auto Europea Gay del 2010 è la 500 C

La piccola cabrio di casa Fiat ha conquistato il posto più alto nella classifica delle auto preferite dai gay del Vecchio Continente. Va a Citroën, invece, il titolo di Brand Europeo Gay del 2010.

Ne abbiamo parlato, assolutamente per caso, proprio qualche settimana fa. Ma non possiamo non parlare di lei di nuovo oggi perché è proprio di qualche giorno fa la notizia che la community europea di gay appassionati di motori Ledorga ha eletto proprio la Fiat 500C come Auto Europea Gay del 2010.

E la motivazione è semplice: già negli scorsi anni, le cabrio si erano affermate come le auto preferite dagli automobilisti gay e nel 2008 la 500 si era guadagnata, sempre secondo Ledorga, la qualifica di "auto gay". Mettete insieme il successo delle cabrio e quello della piccola di casa Fiat e avrete a 500C. Semplice, no?

A prescindere da come la pensiate, l’operazione nostalgia, sommata ad una rivisitazione, fatta a Torino agli italiani piace. E pare che piaccia anche agli europei, in particolar modo ai gay europei. Non è un caso, infatti che Fiat abbia scelto di non puntare su un modello completamente decappotabile come la Mini, prediligendo piuttosto il tettuccio che si apre fino ai poggiatesta dei sedili posteriori, ma lascia intatti gli sportelli, proprio come succedeva negli anni ’50 e ’60: una scelta unica, nel mercato contemporaneo, che evidentemente ha avuto i suoi vantaggi.

Tra le preferenze raccolte da Ledorga, a contendersi il titolo di Auto Europea Gay del 2010 c’erano quattro modelli: la Aston Martin DBS Volante, la Alfa Romeo 8C Spider, la FIAT 500C, tutte e tre auto cabrio, e la Toyota IQ, la piccolissima simile alla Smart, ma con quattro posti. In semifinale, per così dire, si sono ritrovate poi la Aston Martin e la 500, che poi ha vinto. In sostanza pare che il messaggio sia che ha vinto lo stile retrò, come era già successo con la nuova Mini e il nuovo Maggiolino qualche anno fa. 

A conquistarsi il titolo di Brand Automobilistico Europeo Gay, invece, è Citroën che pare non abbia neanche dovutolottare tanto per arrivare in cima: "Citroën è stata la vincitrice assoluta fin dall’inizio dell’elezione" dicono quelli di Ledorga. Le auto della serie C hanno avuto un discreto successo. In più, l’azienda ha anche svecchiato il logo (quindi l’immagine) sostituendo i due vecchi galloni bianchi e rigidi su sfondo rosso, con due nuovi morbidi e color argento, cosa che ha trasmesso un messaggio positivo. E per finire, chi ama la capitale francese, sa che il C24, lo showroom aperto agli Champs Elysées, è apprezzatissimo.

Ti suggeriamo anche  Met Gala, il meglio del peggio degli anni scorsi

Fashion, piacevole da vedere, congeniale per la posizione è un invito al pubblico che può godersi tutte le novità in un locale di gusto ambientato in un meraviglioso scorcio di Parigi: cosa volete ancora? Gli amanti di motori di tutta Europa che frequentano Ledorga sembrano avere apprezzato molto l’operazione di ringiovanimento globale portato avanti dal marchio francese al punto da assegnargli il titolo di miglior brand del 2010.