LA MODAMARE 2006 NEL PALLONE

di

Slip, mocassino o infradito, telo da spiaggia, la moda mare 2006 impazzisce per gli imminenti mondiali tedeschi. Ecco le proposte degli stilisti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1922 0

L’arrivo dei mondiali di Germania rimbomba ormai da tempo nell’aria e ben si sapeva che l’estate 2006 ne sarebbe stata fortemente segnata. Ma tra le varie iniziative, le trovate pubblicitarie e le sponsorizzazioni, il campionato del mondo è arrivato a influenzare fortemente anche il mondo della moda, soprattutto quella per il mare. Tra deciso spirito sportivo e toni di patriottismo, gli indizi di voglia di calcio (o presunta tale) sono ben visibili. E se Domenico e Stefano stampano scritte come “Calcio is my life” su canottiere e magliette,

Dirk Bikkembergs dedica addirittura un’intera collezione ai mondiali. Le tinte riprendono i colori delle nazioni, in particolare il tricolore tedesco; lo slip è il preferito nei costumi, su cui le righe delle bandiere rimarcano un motivo ripreso anche da occhiali da sole e borsoni. E, tanto per rimanere in tema, testimonial del brand è proprio Cannavaro, giocatore apprezzato dagli amanti del calcio e non.

Altra iniziativa che lega moda e mondiali vede protagonisti Dean e Dan di Dsquared2, che firmano per un’iniziativa benefica un pallone couture del tutto singolare, in denim e logo giallo e rosso, dedicato ai mondiali di Germania; tuttavia l’influenza si ferma lì e nella loro moda per l’estate 2006 troviamo modelli come quello dello slip in tinta unita e con logo in bella vista: binomio, quest’ultimo, usato anche da Dolce&Gabbana ed Emporio Armani, in cui la semplicità di un unico colore sostenuto dalla presenza del marchio è un modo elegante per chi sulla spiaggia vuole sì apparire, ma in modo discreto.

Sopravvivono i fiorelloni ripresi ad esempio da Dolce&Gabbana ma anche da Benetton ed utilizzati sia sugli slip che sui modelli extralarge da surfista, per coloro a cui dell’abbronzatura importa poco. Ma sì sa, la moda offre di tutto e soprattutto offre gli opposti, così in molti casi le proporzioni diventano estremamente ridotte, come mostrano

Frankie Morello o Aussiebum, che ha sempre seguito questa tendenza.

Anche Prada non manca di farsi contagiare dalla mania dei mondiali

Continua in seconda pagina^d

Anche Prada non manca di farsi contagiare dalla mania dei mondiali e per conto del marchio saranno disegnate due t-shirt da Hnt, giovane artista francese. Proprio a proposito di t-shirt, le tendenze principali sono due. Da un lato si assiste ad un ritorno trionfale delle polo, usate per occasioni anche molto diverse tra loro, coloratissime, meglio se contrassegnate da un logo e spesso addirittura sovrapposte.

Altra novità, invece, sono proprio i disegni che caratterizzano le t-shirt più sportive: la moda, quest’anno, prevede al centro delle magliette decorazioni eccessive, quasi barocche, che rappresentino degli ideali stemmi reali o marchi celebrativi. Ne sono un esempio ancora una volta i modelli di Aussiebum.

Da un altro lato, anche se non quello dei mondiali, è sempre lo sport ad essere protagonista: Fila, per il rilancio del marchio, punterà infatti a riprendere i toni vintage delle collezioni storiche del tennis degli anni ’70, annunciando anche un debutto nel beachwear, mondo finora inesplorato.

Anche per quanto riguarda gli accessori non manca occasione per sbizzarrirsi. Questa estate vede un forte ritorno del mocassino, preferibilmente scamosciato ed in toni a volte anche sul pastello, da indossare a piede nudo e con pantaloni corti che mostrino la caviglia.

Leggi   Moschino x H&M: 5 pezzi iconici da avere

L’infradito, inoltre, non muore mai: i modelli più eleganti saranno in pelle scura e cuoio intrecciato, mentre per gli amanti del flipflop senza troppe pretese le possibilità sono molte ed estremamente colorate. Numerose novità vengono proprio dalle classiche Havaianas made in Brazil, che per l’estate 2006, infatti, con la linea Top Metallic assumono toni metalizzati, mentre risultano impreziosite nell’edizione limitata Swarovsky: non male per attirare l’attenzione.

Ultimo particolare: il telo da mare. Anche qui spopola come non mai la logo-mania e, bando alle stampe, l’unica decorazione valida sembra essere la ripetizione del marchio, anzi, del nome. Ne sono esempio ancora una volta Benetton e Dolce&Gabbana, in modo che la marca ben in vista sia lo sfondo necessario per una tintarella all’ultimo grido.

Clicca qui per acquistare i costumi dal sito di Cleptomania.

Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Moda e Abbigliamento.

di Andrea Marrama

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...