“Miss Italia è troppo magra? Colpa degli stilisti gay”

Ad affermarlo è Secondo Fassino, psichiatra torinese che si occupa di disturbi alimentari. Grillini:”Si vede che non frequenta le palestre”

"Perché non hanno scelto una ragazza più in carne? E’ evidente che, nonostante le dichiarazioni pubbliche, chi seleziona le ragazze nei concorsi di bellezza e, soprattutto, nel campo della moda, predilige il modello della magra mascolina. E questa è anche dovuto agli stilisti, la maggior parte dei quali, guarda caso, è omosessuale". A parlare è Secondo Fassino, ordinario di Psichiatria all’Università di Torino e direttore del Centro per i Disturbi del comportamento alimentare (Dca), in merito alla ragazza "sottopeso" eletta ieri sera Miss Italia 2007 e, più in generale, al permanere nell’ideale di bellezza del modello anoressico.

"La donna, per sua natura- spiega Fassino- è interiormente concava, accogliente e femminile, anche quando gestisce il potere, e ha una ‘struttura rotonda’, è convessa esteriormente. Invece il modello che è passato nell’immaginario comune, per effetto della pubblicità, è quello mascolino e senza forme, tipico delle magrissime". Ma chiediamoci, prosegue lo psichiatra, "come mai sia subentrata questa perversione: non è un caso che la maggior parte degli stilisti sia gay e non ami le donne, è normale quindi che scelga quel modello anoressico". Ben venga, dice Fassino, anche la campagna di Oliviero Toscani, che "è schoccante, certo, ma coglie nel segno, perché colpisce proprio il mondo della moda".

"Non si perde occasione per attaccare i gay anche quando non c’entrano nulla come nel caso di Miss Italia – commenta l’onorevole Franco Grillini, fondatore del Forum Libertà -. Oggi è il turno dello psichiatra Secondo Fassino che afferma addirittura che è colpa dei gay se è stata scelta una miss anoressica. Come direbbe Totò ‘ma mi faccia il piacere’. Il ‘raffinato’ ragionamento sarebbe il seguente: siccome il corpo femminile magro somiglia a quello maschile e siccome sono i gay che fanno moda Fassino ne deduce che la colpa è dei gay" .

Ti suggeriamo anche  'Non ci sono gay in Malesia', l'ultima follia del ministro del turismo malese

"A Fassino consiglierei, da psicologo – continua Grillini -, di sottoporsi a una bella ‘Revisione’ perché questa teoria è del tutto priva di fondamento. Se Fassino frequentasse le palestre saprebbe che il modello preferito da moltissimi omosessuali è quello muscoloso e non certo anoressico. Questa mania di fare dell’omofobia a buon mercato ogni volta che si parla di estetica è purtroppo ancora molto forte e spiace che provenga soprattutto da un medico che dovrebbe quantomeno esprimere con più cautela le sue opinioni in materia. L’apporto degli omosessuali alla moda e al costume è stato fondamentale e rivoluzionario perché ha rimesso a nudo il corpo maschile rendendolo di nuovo attraente e vestendolo con creatività. Forse è questo che dispiace allo psichiatra di Torino".