Our. Niente di più semplice

di

Nome più semplice non poteva essere trovato per questa ricchissima serie di anelli presentata martedì sera a Londra, nello strachic quartiere di Chelsea. Our Ring. Il nostro anello:...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1237 0

Nostro, come l’aggettivo che due persone che iniziano a frequentarsi, cominciano ad usare per identificare le cose che hanno in comune: la nostra canzone, il nostro ristorante, il nostro bacio. E poi la nostra auto, la nostra casa, il nostro cane e il nostro gatto. Le nostre vite, insomma. Il nostro amore.

L’idea di un gioiello di amore per le coppie gay e lesbiche, per carità, non è nuova, ma il carattere del prodotto, la qualità e la serietà del progetto, l’inventiva  e la tenacia dei promotori rendono Our una grande novità nel panorama delle iniziative imprenditoriali rivolte alla comunità gay e lesbica in Europa. Il fatto che poi a lanciare Our sia la terza generazione di una delle più storiche famiglie di gioiellieri meridionali, i Versace di Reggio Calabria, di cui abbiamo intervistato l’amabilissima Valeria, è un elemento di grande novità per l’Europa.

Certo, non manca l’amaro in bocca di assistere a una presentazione di un prodotto made in Italy, tra Reggio Calabria e Valenza Po, in terra straniera perché, è tristemente sotto gli occhi di tutti, in Italia il mercato lgbt c’è, ma non è ancora così sviluppato come lo è nel Regno Unito, o in Spagna, o in Francia, o in Germania. Basterebbe una legge per crearlo, una legge che in qualunque forma finalmente riconoscesse la dignità delle nostre relazioni, ma nel frattempo accontentiamoci di questa splendida e straordinaria creazione dell’arte orafa italiana che, una volta tanto, prova a dare un simbolo ai nostri amori.

Veniamo al re della serata londinese: l’anello.

Ci sono due linee, una maschile e una femminile, rese differenti dalla freccia con scudo e lance (simbolo di Marte) e dalla croce con lo specchio (simbolo di Venere), con cui termina una delle due estremità dell’anello. E’ strapersonalizzabile. Si può infatti realizzare infatti in oro giallo, bianco e rosa, mentre le due estremità possono essere personalizzate in ben 237 modi diversi nella versione maschile e in 51 nella versione femminile: da una chich (e pensiamo costosissima) versione con diamanti neri, ad una molto particolare versione con le estremità smaltate di bianco o di viola. Sul sito, www.ourring.it, ciascuna coppia può visualizzare e scegliere la propria, a partire da 1270 euro.

Our Ring è una iniziativa di Valeria Versace e della sua famiglia di gioiellieri, mentre la realizzazione dell’anello è stata demandata a una delle più antiche famiglie orafe di Valenza, la ditta Lunati, fondata nel 1937.

 

 

 

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Tom of Finland Foundation lancia un'edizione limitata con CDLP
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...