PITTI UOMO: CAMBIANO I CONFINI DELLA MODA MASCHILE

Alla Fortezza da Basso di Firenze, Diesel ospite d’onore e Alfa Spider official car. E ci sono anche le scarpe ‘anti-dico’.

Ricca di eventi speciali e anteprime anche mondiali, è appena iniziata alla Fortezza da Basso di Firenze la 72° edizione di Pitti Immagine Uomo che si concluderà il prossimo 23 giugno. Ospite d’onore Diesel che da questa sera inaugura una serie di eventi, o meglio un evento in più atti.

Nei giorni del salone, gli spazi dell’ex Dogana di Via Valfonda diventano anche scenografia inedita per le linee di abbigliamento e accessori delle collezioni uomo e donna firmate Diesel. Il viaggio di Pitti Uomo dentro la moda maschile ne ridefinisce i confini e lancia le tendenze del mercato. E’ così che questa edizione si apre nel segno di un percorso nuovo: Futuro Maschile, la sezione che racconta l’eleganza innovativa dell’uomo di oggi, cambia casa e si colloca nel Padiglione delle Nazioni.

Ben 867 marchi in totale per toccare le 13 tappe del percorso raggruppate in quattro argomenti:

Pitti Uomo, Affinità Elettive, Fashion At Work; Sport & Sport, Uppercasual; Urban Panorama, Ynformal, Welcome To My House; l’Altro Uomo, Futuro Maschile, Fashion / Design, Touch!, New Beat(s). Rooms n.6, l’anima più sofisticata del luxury design

contemporaneo, va in scena negli spazi di Villa Vittoria, accanto alla Fortezza da Basso. Dieci collezioni in serie limitata, preziose e anticonvenzionali, diventano protagoniste di un originale percorso attraverso un giardino tropicale, che nasce all’improvviso nelle stanze di una villa ottocentesca: è Living in the Jungle, a cura di Sergio Colantuoni.

New Beat(s), lo spazio speciale che Pitti Uomo riserva al debutto dei designer emergenti, quest’anno alla sua ottava edizione,  guarda alle proposte di giovani marchi d’avanguardia che uno scouting attento ha segnalato come i più interessanti a livello internazionale.

Naturalmente non manca lo spazio dedicato allo streetwear:  Welcome to my house è il progetto espositivo che interpreta l’evoluzione naturale dello streetwear, con un numero selezionato di giovani aziende che rappresentano la ricerca sullo stile della strada.

Alfa Romeo Automobiles è partner e Official Car dell’edizione 2007 867 marchi della moda internazionale per toccare ben 13 tappe di un percorso: dallo steetwear ai New Beat(s)di Pitti Immagine Uomo. L’appuntamento fiorentino di Pitti Immagine Uomo rappresenta un’occasione imperdibile per Alfa Romeo che sarà presente alla Fortezza da Basso con due differenti concept espositivi. Il primo, una lounge interna realizzata in collaborazione con la rivista “Monsieur” e con lo Yacht Club di Milano. La seconda area sarà realizzata nel Piazzale delle Ghiaia, uno dei punti di maggior visibilità e passaggio dell’intera fiera, con l’esposizione di Alfa Spider e del Melges 24 “Alfa Spider”, una barca a vela categoria Melges 24 dedicata al modello Alfa Romeo, un omaggio al mondo della vela e all’Alfa Romeo Yacht Racing Team. Le molte migliaia di visitatori previsti potranno ammirare la nuova Alfa Spider, il modello eletto “Cabrio of the Year 2006” e “Auto più bella del Web”, naturale evoluzione delle versioni spider realizzate dal marchio nella sua lunga storia.

Ma la chicca è certamente la ‘scarpa anti-dico’ il cui nome ufficiale è ‘Maria e Vincenzo’, ideata da Silvano Lattanzi, su cui gli sposi, rigorosamente etero, possono fare pirografare una frase d’amore. Che dire? A voi la parola.

Guarda la sfilata maschile di D&G per l’estate 2007

foto di Francesco Guazzelli

Cultura

Cos’è lo Shudō, l’amore omosex dei Samurai

In Giappone, lo shudō ha un'origine antichissima.

di Alessandro Bovo