Quando la creatività diventa un’opportunità

Perché non trasformare la propria fantasia in una possibilità di lavoro? E cosa c’è di meglio che lavorare creando. L’IED offre molteplici possibilità a chi ama l’arte

Nel variegato panorama dell’offerta formativa, da sempre  ai nostri lettori in particolare interessano quei corsi o quelle scuole che s’imperniano sulla creatività. Del resto, nel mondo è diffusa l’opinione, o lo stereotipo, del gay "creativo", artista o artistoide, e comunque dotato di una sensibilità fuori dal comune che gli permette di eccellere in tutti i mestieri in cui la comunicazione incontra lo stile, l’arte, l’invenzione.

Che sia o meno un luogo comune, sarebbe interessante in tal senso un bel sondaggio tra i nostri lettori, è sicuro che nelle aziende di moda, nelle agenzie creative, nel design, c’è una percentuale di gay assolutamente rilevante.

Se gli si chiedessero lumi sui percorsi per giungere ad un mestiere appagante e ambito come quello di creativo, sicuramente si scoprirebbe che molti di essi si sono formati allo IED, l’Istituto Europeo di Design con sedi a Milano, Roma, Torino, Madrid, Barcellona, San Paolo del Brasile e da poco anche a Venezia.

Attivo da quasi mezzo secolo, è soprattutto nell’ultimo decennio che IED ha acquistato una centralità riconosciuta rispetto agli altri atenei grazie ad alcuni fattori.

In primis la qualità della docenza spesso formata da professionisti di spicco votati all’insegnamento che si accompagna con programmi aggiornati di anno in anno in linea con l’emergere di nuove forme di comunicazione, nuove tecnologie, e conseguentemente nuovi profili professionali.

Altro fattore determinante è costituito dai canali preferenziali sviluppati con il mondo del lavoro, con gli uffici comunicazione e marketing delle aziende, con le agenzie di comunicazione e design, che regolarmente ospitano tirocini e stage di diplomati IED, con un alto tasso di placement.

Infine per la continua organizzazione di eventi, come sfilate, presenze al Salone del Mobile, e, perchè no, party molto cool, che permettono agli studenti di mettersi alla prova da soli o in gruppo, di essere sempre all’avanguardia, e anche di divertirsi.

Con la ripresa dell’anno accademico IED programma nelle varie sedi un Open Day indirizzato ai neodiplomati o a chiunque pensi di avere doti creative o comunicative e sia alla ricerca di un percorso formativo adatto a trasformare la sua passione in una professione:

Torino: giovedì 13 settembre ore 15-19, via San Quintino 39

Milano: martedì 18 settembre ore 10.30-18, via Pompeo Leoni 3

Roma: martedì 25 settembre ore 10-19, via Alcamo 11.

Saranno presentati i corsi triennali post-diploma, corsi di aggiornamento e formazione permanente, corsi di formazione avanzata e Master post-laurea nelle aree Moda, Design, Arti Visive e Comunicazione. 

Chi sogna un futuro da professionista in uno di questi settori, sa bene che la scelta della scuola nella quale formarsi è il primo passo verso il successo. Un passo da affrontare con consapevolezza, poiché per scegliere bene è importante avere le idee chiare. Non perdere l’occasione di conoscere il mondo dell’Istituto Europeo di Design: indossa per un giorno gli abiti da creativo e mettiti alla prova.

Cinema gay

La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek, una famiglia arcobaleno nel primo poster

Una coppia gay, la loro migliore amica e due bambini. E' il nuovo atteso film di Ferzan Ozpetek, dal 19 dicembre al cinema.

di Federico Boni