Vedo rosso: Marni, Versace, Neil Barrett, Burlon

di

Il colore riscalda e sovente infiamma le collezioni maschili della Fashion Week milanese.

CONDIVIDI
23 Condivisioni Facebook 23 Twitter Google WhatsApp
6384 1

Chi l’ha detto che l‘inverno deve essere grigio? Per gli stilisti della Fashion Week milanese in corso in questi giorni sembra proprio che il prossimo inverno vedrà l’esaltazione di una liason tra i colori caldi, e il rosso in particolare, e la moda uomo.

Marni, con Francesco Risso, nuovo direttore creativo proveniente da Prada, propone codici diversi, supera formale e informale, in un mix di sovrapposizioni e di toni a contrasto che spezzano i tagli lineari della collezione. Pantaloni scozzesi dall’effetto stropicciato, ampi e rilassati, camicie pesanti a quadretti, oppure pull a righe portati sotto sontuose pellicce.

Per Christian Pellizzari invece il  prossimo autunno-inverno è all’insegna del massimalismo estetico dell’Hollywood Regency, stile di interior nato all’inizio degli anni trenta ad Hollywood: le camicie a stampa hawaii sposano cappotti in stile uniforme doppiopetto dalla lunghezza over, abbinati ad anfibi tempestati di borchie.

Rosso acceso anche per Versace, che propone look dall’animo sportwear, puntando su stampe quadrettate di ispirazione grunge. Non manca neppure la vernice, dalla nota sempre rock e grintosa che l’uomo del brand sfoggia con un tocco irresistibilmente tenebroso.

Neil Barrett usa invece il colore della passione per donare tocchi accesi al nero che domina nella collezione, tra tagli rilassati e confortevoli, vestibilità over e giochi di sovrapposizioni.
Marcelo Burlon, invece, lo propone in diverse tonalità complementari tra loro, la collezione che incontra un gusto vagamente rinascimentale presenta cappelli a tesa larga e capi street che virano dalle felpe più comuni a layering di parka, pantaloni slim e over e accessori che rendono i look rebel.
   
Leggi   Chiamano la loro bimba Blu, il tribunale di Milano: "Cambiatelo, non è femminile"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...